Femminicidio a Trento: uccide l'ex moglie con un'accetta

Femminicidio a Trento: uccide l'ex moglie con un'accetta
QUOTIDIANO.NET INTERNO

Trento, 22 febbraio 2021 - Nuovo caso di femminicidio.

Nelle campagne di Maso Saracini nella zona di Cortesano, una piccola frazione a nord nel comune di Trento, un imprenditore agricolo, Lorenzo Cattoni, ha ucciso l'ex moglie, Deborah Saltori, con un'accetta, colpendola ripetutamente nella zona della carotide.

Sul posto ci sono gli agenti della squadra mobile, coordinati dal vicequestore Tommaso Niglio ed il pubblico ministero Carmine Russo

L'uomo di 39 anni ha poi tentato il suicidio e ora è in gravissime condizioni, con un polmone perforato, all'ospedale 'Santa Chiara'. (QUOTIDIANO.NET)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La strage non si ferma, ogni giorno. Dobbiamo fermarci e capire come possiamo curare una società malata di violenza che produce maschi violenti che ammazzano mogli, compagne, fidanzate (il Dolomiti)

Deborah Saltori è stata uccisa dal marito dopo essere stata adescata con l'inganno dal suo omicida. La donna da anni era costretta a subire violenze, violenze che aveva denunciato e che avevano portato alla condanna del marito dal quale si stava separando. (Leggo.it)

Verso le 15:30 di questo pomeriggio, 22 febbraio, Lorenzo Cattoni, 39 anni e imprenditore agricolo della zona, ha ucciso barbaramente con un’accetta la sua ex compagna Deborah Saltori, di anni 42. (Ck12 Giornale)

Trento, uccide l'ex moglie con un'accetta e poi tenta il suicidio: l'uomo era agli arresti domiciliari per violenze

Lui è stato trasportato in condizioni molto gravi all'ospedale S Femminicidio a Cortesano: emergono alcuni dettagli sulle indagini, ancora in corso da parte della Polizia di Stato, nella frazione collinare di Trento. (TrentoToday)

Dal profilo collegato all'utenza di uno dei partecipanti, un coetaneo, era partito all'indirizzo dell'intero gruppo un video pedopornografico raccapricciante, ove aveva luogo un rapporto sessuale promiscuo, tra più bambine e bambini, verosimilmente girato in Sud America. (Yahoo Notizie)

Lo dobbiamo ad Agitu, a Deborah e alle loro famiglie», ha scritto il sindaco di Trento, Franco Ianeselli L'uomo, infatti, era già stato ammonito dal questore di Trento due volte per violenza domestica, anche durante una precedente relazione. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr