Alex Pompa, uccise il padre per difendere la madre: "È legittima difesa"

Alex Pompa, uccise il padre per difendere la madre: È legittima difesa
Per saperne di più:
La Repubblica INTERNO

Non c’è una colpa.

Alex Pompa, 20 anni, è stato assolto dall’accusa di aver ammazzato con 34 coltellate l’uomo che gli ha dato la vita ma che l’ha anche resa un inferno

Non c’è una condanna per aver ucciso un padre violento, per aver difeso la madre che ogni giorno veniva massacrata di insulti e minacce di morte.

(La Repubblica)

Su altri media

Alex Pompa è innocente, il fratello: “È solo grazie a lui se siamo vivi, ci ha difesi da papà” Accusato di omicidio volontario, per lui era stata chiesta una pena di 14 anni di carcere, è stato assolto dalla Prima Corte di Assise del Tribunale di Torino. (Fanpage)

Un delitto d'impeto, per difendere la madre dal padre violento Alex Pompa è stato assolto dalla Corte di Assise di Torino in quanto il fatto non costituisce reato. (La Nuova Periferia)

Il responsabile dell’omicidio Alex Pompa, è stato assolto dai giudici. La famiglia Pompa da anni viveva in balia del padre Giuseppe, un uomo violento, geloso e possessivo all’inverosimile nei confronti della moglie Maria. (Leggilo.org)

Uccise il pade a coltellate: assolto. Spese legali pagate da un imprenditore trevigiano

Maria Cotoia, madre di Alex Pompa, assolto dopo aver ucciso il padre per difenderla, ha dichiarato che se avesse denunciato il marito sarebbe morta. (Notizie.it)

In occasione della. Su Luna Nuova di venerdì 26 novembre 2021 “Il fatto non costituisce reato”: il 30 aprile del 2020, Alex Pompa ha ucciso il padre per difendere se stesso, la madre Maria ed il fratello Loris. (Luna Nuova)

Lo ha deciso la Corte d’Assise di Torino al termine di una camera di consiglio durata quasi sei ore. Si è occupato lui, dunque, di tutte le spese legali. (Oggi Treviso)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr