Paolo Borsellino: 29 anni fa la strage e morte di un magistrato

Paolo Borsellino: 29 anni fa la strage e morte di un magistrato
Più informazioni:
La Luce di Maria INTERNO

Il calore, le fiamme, l’odore di morte, e il giudice Borsellino insieme a 5 agenti di scorta lì morti

Era lì che il giudice Paolo Borsellino e, proprio in quel luogo trovò la morte, insieme ai suoi uomini di scorta.

29 anni fa la morte di Borsellino. La lotta alla mafia non si è più fermata, anzi.

Era il 1992 quando un’auto, con 90 kg di esplosivo al suo interno, venne fatta esplodere in via D’Amelio a Palermo (La Luce di Maria)

Ne parlano anche altre testate

Alle 16,58, in via D’Amelio, un momento di silenzio per ricordare le vittime dell’eccidio di via D’Amelio: il procuratore aggiunto Paolo Borsellino, gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi e Claudio Traina. (La Repubblica)

Milano oggi è così e manteniamola così — ha aggiunto —. In questi ultimi dieci anni l’incorruttibilità dell’amministrazione è stata sotto gli occhi di tutti e questo è un fatto». (Corriere della Sera)

Quel giorno Emanuela era con la famiglia in Sardegna, si stava godendo gli ultimi giorni di vacanza prima di ripartire per Palermo. Quel giorno ha regalato l’ultimo sorriso e l’ultimo abbraccio ai genitori e alla sorella che la ricorda con tanto affetto (CheNews.it)

Iniziativa in piazza a Ravenna per ricordare il giudice Paolo Borsellino - RavennaNotizie.it

I cittadini di domani sono stati i protagonisti di una mattina dedicata al ricordo e all’educazione. Le parole dell’attore riecheggiano nell’aria afosa, davanti al palazzo in cui abitavano la madre di Paolo Borsellino, Maria Pia Lepanto, e la sorella Rita (Live Sicilia)

La voce di Paolo Borsellino in via D’Amelio è il modo migliore per rinnovare il nostro impegno per la questa terra" "Nonostante l’impossibilità di svolgere il corteo - dice Davide Gentile, portavoce del Forum 19 luglio - abbiamo voluto mantenere l’evento in ricordo dei caduti della strage di via D’Amelio. (Giornale di Sicilia)

Giovanni Morgese di “Cuore e Territorio” ha consegnato al sindaco Michele de Pascale una targa, che verrà collocata all’ingresso del Comune di Ravenna, recante la dicitura “Senza memoria la mafia vince”. (ravennanotizie.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr