Nuova ondata di contagi e quarantena. Quali sono le regole e cosa potrebbe cambiare

Nuova ondata di contagi e quarantena. Quali sono le regole e cosa potrebbe cambiare
Il Sole 24 ORE SALUTE

4' di lettura. Il rialzo dei casi (ri)porta al centro con sé le misure di limitazione del contagio previste dalle norme.

Negli altri casi, chi non rispetta la quarantena rischia la reclusione da 3 a 18 mesi, oltre a un’ammenda da 500 a 5.000 euro

Quarantena e isolamento sono misure di salute pubblica attuate per evitare l'insorgenza di ulteriori casi secondari dovuti a trasmissione di SARS-CoV-2 e per evitare di sovraccaricare il sistema ospedaliero. (Il Sole 24 ORE)

Se ne è parlato anche su altri media

"Sono in Italia da quasi 20 anni, ho fatto tanti lavori, ho cominciato il mestiere di venditore ambulante nel 2011". Qui in Italia ci sono stati e ci saranno contributi a fondo perduto, non è molto ma mi servono a tirare avanti" . (Picchio News)

In Gran Bretagna la quarantena è obbligatoria per tutti se si viene segnalati dall’app di tracciamento del coronavirus. Come in molti di voi ricorderanno, Johnson non solo è vaccinato, ma è anche tra le persone guarite dal Covid. (Investire Oggi)

A oggi, 20 luglio, sono 6 (erano 16 il 5 luglio, -62%) i pazienti assistiti in regime di ricovero negli ospedali della provincia. Al 19 luglio, in provincia di Modena sono accertati 372 (erano 308 il 5 luglio, +20%) casi di persone con in corso l’infezione da Covid-19. (ModenaToday)

Verso la quarta ondata: "Variante Epsilon? Non qui. Continuiamo a tracciare le varianti anche se la Delta ormai è prevalente"

Le feste organizzate focolaio del boom di contagi sono state organizzate il 9, il 10 e l'undici luglio nella discoteca Hangar FL, sulla sponda della Garonna, il fiume della città francese. (Il Messaggero)

A cura di Davide Falcioni. Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su Coronavirus ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI. I casi di Covid-19 tornano ad aumentare anche in Cina. Certo, i numeri non appaiono ancora allarmanti, ma le 65 infezioni registrate ieri rappresentano comunque il numero più alto dalla fine di gennaio e sono un campanello d'allarme. (Fanpage.it)

“No, non abbiamo focolai in essere originati in questo modo”. Ci sono poi i turisti che invece arrivano da noi. Dottoressa Angelini, stanno aumentando i flussi turistici e vediamo tanti connazionali bloccati nei luoghi delle vacanze da positività e quarantene. (ForlìToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr