Omicidio Elisa Pomarelli, condannato a 20 anni Massimo Sebastiani

Omicidio Elisa Pomarelli, condannato a 20 anni Massimo Sebastiani
L'HuffPost INTERNO

Durante l’interrogatorio di garanzia Sebastiani aveva spiegato di aver ucciso Elisa per un’“ossessione affettiva”

La procuratrice Grazia Pradella aveva chiesto 24 anni di carcere per Sebastiani, arrestato dopo alcuni giorni in fuga nascosto sulle colline, imputato per omicidio volontario e occultamento di cadavere e processato in abbreviato.

Proprio attorno a questa zona è stato trovato il cadavere di Elisa. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

Meritava l'ergastolo», hanno detto i familiari di Elisa dopo la lettura della sentenza. Massimo Sebastiani condannato a 20 anni per l'omicidio di Elisa Pomarelli, avvenuto in provincia di Piacenza nell'agosto 2019. (leggo.it)

La madre e la sorella di Elisa Pomarelli hanno commentato a caldo: “Non è stata fatta giustizia”. Il giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Piacenza, Fiammetta Modica, ha condannato Massimo Sebastiani a 20 anni di carcere. (Libertà)

Sebastiani ottenne il rito abbreviato per la mancanza di aggravanti che avrebbero previsto l’ergastolo Nulla di questo è stato accolto se non l’attuazione da parte del gup Modica di una dosimetria diversa da quella dall’accusa: 20 anni invece di 24. (IlPiacenza)

Omicidio Elisa Pomarelli: pena di 20 anni a Massimo Sebastiani/ 'Meritava ergastolo'

“Venne tradita la fiducia che Damia aveva riposto nel marito tra le mura domestiche, dove doveva sentirsi protetta”, ha detto il pm per motivare la richiesta di pena. Abdelkrim Foukahi, accusato dell’assassinio della moglie Damia El Assali nella casa di Borgonovo dove vivevano con i due figli, è stato condannato all’ergastolo. (Libertà)

Omicidio Elisa Pomarelli: Massimo Sebastiani condannato a 20 anni di carcere Massimo Sebastiani condannato a 20 anni. Elisa Pomarelli venne uccisa il 25 agosto 2019 nel pollaio dell’operaio a Campogrande di Carpaneto (Piacenza), Sebastiani fu arrestato dopo una breve fuga il 7 settembre. (Fanpage.it)

Negli istanti successivi alla lettura della sentenza, i familiari di Elisa Pomarelli (parte civile al processo) hanno manifestato il proprio dissenso nei confronti dell’entità della pena comminata al killer. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr