Variante Delta sempre più contagiosa in Uk. Dodici morti erano vaccinati

Variante Delta sempre più contagiosa in Uk. Dodici morti erano vaccinati
Più informazioni:
L'HuffPost ESTERI

Tim Spector, King’s College di Londra, autore principale dello studio, attribuisce la crescita delle infezioni all’aumento dei contatti sociali e alla variante Delta altamente trasmissibile, ora appunto ceppo dominante nel Regno Unito.

L’esperto evidenzia che Covid-19 è diventato “un’epidemia tra le popolazioni non vaccinate e parzialmente vaccinate”, aggiungendo che le persone completamente vaccinate hanno “una protezione molto maggiore”

Secondo uno studio epidemiologico, citato dal ‘Financial Times’, i casi di Covid-19 nel Regno Unito sono più che raddoppiati nell’ultima settimana. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri media

E che adesso è meno ottimista di quanto lo fosse a maggio. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha ammesso oggi che la diffusione della variante Delta (ex indiana) del Covid 19 è oggetto di “grave, grave preoccupazione”. (Icona News)

Nel frattempo, proprio oggi a Bolzano un 48enne (non vaccinato) è stato ricoverato in terapia intensiva a causa di una polmonite bilaterale causata dalla variante Delta Il 96% dei nuovi infetti sarebbe causato dalla variante Delta, ovvero quella 'indiana'. (il Dolomiti)

La diffusione della variante Delta. Il problema è la diffusione della variante Delta del Covid, in grado di bucare la protezione nei soggetti vaccinati con una sola dose. Gran Bretagna, riaperture verso il rinvio: preoccupa il nuovo picco di casi di Covid. (News Mondo)

Covid, timori per variante Delta: Johnson ipotizza rinvio riaperture

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha ammesso oggi che la diffusione della variante Delta (ex indiana) del Covid 19 è oggetto di "grave, grave preoccupazione". ' atteso a breve nel Regno Unito l'annuncio di un rinvio delle riaperture inizialmente previste per il 21 giugno: la data slitterebbe di quattro settimane in Inghilterra, scrive la Press association. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

La Gran Bretagna pensa giornalista la riapertura – che era previsto per il 21 giugno – secondo fonti governative riportate al quotidiano britannico Custode. Venerdì 11 giugno nel Regno Unito sono stati segnalati 8.125 altri casi di Covid, livelli che non si vedevano dalla fine di febbraio. (HamelinProg)

Johnson ha riconosciuto che è “certamente equo” dire che è meno ottimista di quanto lo fosse a fine maggio e ha sottolineato che potrebbe annunciare un ritardo nella roadmap quando farà un update sul Covid lunedì: “Quello che vogliamo è garantire che la roadmap sia irreversibile”, ha detto Johnson, “ma non si può avere una roadmap irreversibile a meno che non si sia pronti a essere prudenti” Il premier del Regno Unito si è detto pronto ad essere "prudente". (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr