Di Maio, appello ai pentastellati: il Movimento non si deve spaccare

Di Maio, appello ai pentastellati: il Movimento non si deve spaccare
Rai News INTERNO

E ha difeso l’impegno del Movimento attraverso un governo di unità nazionale per "difendere le leggi" promosse e fatte approvare dai 5s e "portare altri risultati, come l'abbassamento delle tasse alle imprese, la digitalizzazione, la transizione ecologica".

Di Maio si è soffermato sull'emergenza sanitaria: "Stiamo orbitando attorno alla quota drammatica di 95 mila vittime.

Chi sta con Virginia, sta con il Movimento"

Di Maio, appello ai pentastellati: il Movimento non si deve spaccare In diretta Facebook il ministro degli Esteri sottolinea: "Sì a Draghi per spendere bene i soldi del Recovery fund". (Rai News)

La notizia riportata su altri media

Film che la storia politica ha proiettato una miriade di volte. Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare (Quotidiano del Sud)

Il vuoto con il Grillo intorno. Ma fotografare l’esistente e la crisi del M5s non è sufficiente, c’è ancora un passo da fare, scrive Repubblica. Fu allora che i grillini iniziarono a essere visti non più come dei beceri “populisti”, ma come una “costola della sinistra”. (Tempi.it)

“Ho saputo di essere stato riconfermato come ministro degli Esteri un quarto d’ora prima dell’annuncio di Draghi in tv”. Luigi Di Maio rivela un retroscena sulla scelta dei ministri fatta da Mario Draghi per allontanare le critiche di chi sostiene che i rappresentanti del Movimento 5 stelle abbiano dato la fiducia al nuovo esecutivo per ottenere posti di nei ministeri. (Il Fatto Quotidiano)

M5s allo sbando a caccia di leader. Conte tace e trama. La tela di Di Maio

Voglio ringraziare Giuseppe Conte per la signorilità con cui ha gestito l’uscita di scena, si dice che il valore delle persone si capisce da come escono da un incarico e Giuseppe Conte è stato un signore”. (LA NOTIZIA)

"Nessuno ha votato sì a Draghi per ottenere qualcosa in cambio" ha detto, spiegando che lui stesso ha saputo della sua riconferma alla Farnesina "un quarto d'ora prima" dell'annuncio di Draghi. Nel Movimento 5 Stelle c'è un "dibattito molto forte e faide che non fanno bene al Paese", ha aggiunto. (Fanpage.it)

E così Conte sta pensando di cedere al corteggiamento di Beppe Grillo, che lo vorrebbe in prima linea nell'organo collegiale a cinque che sarà a capo del M5s. Taverna venerdì dice: «Chi ha votato in dissenso è parte del M5s, serve unità». (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr