Green pass lavoro, si annuncia un venerdì nero

Green pass lavoro, si annuncia un venerdì nero
LaPresse INTERNO

Si preannuncia un venerdì nero con le minacce dei portuali di bloccare le attività, a Trieste in particolare confermano uno sciopero per domani, e tutto il settore dei trasporti che rischia di andare in crisi: il 30% degli autotrasportatori sarebbe senza certificazione.

Timori anche per l’ordine pubblico, domani sono in programma nuovi presidi e sit in molte città.

Giorgia Meloni all’attacco della ministra dell’Interno Lamorgese sui disordini di sabato scorso: “Quello che è accaduto è stato volutamente permesso”, dice la leader di Fratelli D’Italia

Dalla minaccia di blocchi dei portuali, ai presidi contro la certificazione. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

Sciopero che potrebbe andare avanti, come minacciato dal comitato dei lavoratori del Porto (Clpt), «a oltranza» se non ci sarà uno slittamento della misura. La metà di quello di a Trieste, ma pur sufficiente, in caso di sciopero, per mettere in ginocchio le operazioni portuali (Giornale Nisseno)

L'introduzione - a livello europeo - delle 'corsie verdi' risponde alla volontà d garantire, durante la pandemia, il trasporto di merci transfrontaliero indipendentemente dall'origine e dalla destinazione, dalla nazionalità del conducente o dal Paese di immatricolazione del veicolo “Riteniamo che la normativa così com’è stata concepita sia lesiva nei confronti degli imprenditori italiani: per questo chiediamo a gran voce che l’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass sia rimandato per tutti gli operatori del settore dell’autotrasporto”, dichiara Secondo Sandiano, presidente di Assotrasporti e vice-presidente vicario di Eumove. (La Fedeltà)

Ma siano consapevoli portuali, autotrasportatori, lavoratori della logistica, minoranza o no che siano, che se continuano su questa strada, da eroi a sabotatori della ripresa economica è un passo Strana parabola, quella dei portuali, degli autotrasportatori e più in generale dei lavoratori della logistica. (Fortune Italia)

"Tanti camionisti senza Green pass Così le consegne sono a rischio"

Ancora, gli autisti di aziende straniere saranno controllati, oppure assisteremo ad un clamoroso caso di discriminazione alla rovescia? E se l’autista, già controllato dal suo datore di lavoro, entra in contatto con più aziende, subisce il controllo ripetutamente? (La Fedeltà)

Arriva il blocco del porto di Trieste annunciato per venerdì 15 ottobre, in vista dell’entrata in vigore dell’obbligo del Green pass sul posto di lavoro. Green pass, sciopero “a oltranza” per portuali e camionisti. (Sardegna Reporter)

Nel caso risultassero dipendenti senza Green pass questi devono essere allontanati e sospesi dal lavoro. Il Green pass si inserisce in un periodo già complesso: non c’è ricambio generazionale e non si trovano autisti (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr