Cosa c'è di vero: 25 Tesla sarebbero state violate e controllate totalmente da remoto secondo un Haker, ecco la vicenda

Computer Magazine ECONOMIA

Leggi anche: Tesla raggiungerà la guida autonoma di livello 4 entro il 2022 secondo Musk, ma cosa comporta?

Si tratterebbe del controllo di altre funzioni, quali le luci, l’autoradio, i finestrini, il climatizzatore ed il sistema di apertura/chiusura del veicolo.

Questa vicenda inizia con un post su Twitter; il diciannovenne David Colombo, imprenditore tedesco nel settore della cybersicurezza, afferma di avere il pieno controllo di auto Tesla altrui in tutto il mondo. (Computer Magazine)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Già, dovrebbe, perché non mancano episodi in cui risulta venire meno la sicurezza della piattaforma, come nel caso di un hacker tedesco in grado di “controllare da remoto completamente” le auto del Costruttore californiano. (GPOne.com)

Il tutto, ovviamente, senza aver avuto l’autorizzazione dagli ignari proprietari e sfruttando una vulnerabilità nelle applicazioni di terze parti. Tutti parametri che David Colombo, 19enne tedesco che si definisce specialista in cybersicurezza, sarebbe riuscito a controllare da remoto in ben venti Tesla dislocate in dieci Paesi. (Corriere della Sera)

Colombo, che ha reso pubblica la conoscenza di queste falle di sicurezza tramite Twitter, ha poi confermato che Tesla lo ha contattato e che il team di sicurezza sta indagando sul problema. Il diciannovenne David Colombo ha affermato nelle ultime ore di avere scovato una vulnerabilità che gli consente di ottenere il pieno controllo di oltre 25 Tesla situate in tredici Paesi diversi, all’insaputa dei loro proprietari. (hackerjournal.it)

La prima domanda che viene in mente è: David Colombo, hacker che è riuscito a penetrare nel cuore informatico di Tesla cosa avrebbe potuto fare e comandare da remoto? Un hacker viola i sistemi informatici di Tesla: cosa è accaduto? (Money.it)

A suo dire è in grado da remoto di disabilitare il sistema di videosorveglianza, sbloccare le porte, aprire i finestrini, determinare la posizione e persino attivare avviare la vettura. Per tutte le notizie sulla sicurezza informatica vi rimandiamo a questa sezione di macitynet (macitynet.it)

Tesla è stata la casa automobilistica che ha reso le auto più tecnologiche in assoluto. Quello che è successo con Tesla, riguarda proprio un “buco” nei loro sistemi, che ha permesso a un giovane hacker 19enne di prendere il controllo di alcune automobili. (DR COMMODORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr