Superbonus 110%: ok a detrazione anche con abusi edilizi

Quotidiano di Ragusa ECONOMIA

Ricordiamo che, per usufruire del Superbonus, è stato messo a punto il modello CILAS, cioè una CILA ad-hoc.

I condòmini hanno pagato la sanzione, pari al doppio del costo di produzione, come previsto dalla LR 65/2014 della Regione Toscana e sono interessati alla realizzazione degli interventi agevolati con il Superbonus 110%: i dettagli .

Ricordiamo che, per usufruire del Superbonus, è stato messo a punto il modello CILAS, cioè una CILA ad-hoc

Arriva il via libera alla detrazione del Superbonus 110% anche con abusi edilizi. (Quotidiano di Ragusa)

Ne parlano anche altre testate

Cos'è il Superbonus 110% e come si ottiene. Si tratta di una detrazione al 110% delle spese sostenute per gli inteventi energetici dal 1° luglio 2020, a fronte di interventi edilizi “trainanti” e “trainati”. (ilmessaggero.it)

– E’ attivo già da ieri pomeriggio sulla piattaforma Superedi lo sportello Cilas, che consentirà ai professionisti di inoltrare on line, con un notevole snellimento delle procedure, la nuova certificazione di inizio lavori asseverata (Cilas) per i cantieri edili legati al Superbonus. (Livesicilia.it)

Si chiede anche di chiarire:. la definizione di "progetto unitario" , al fine di comprendere se l'intervento di consolidamento statico per usufruire del cd. Il limite massimo di spesa per gli interventi antisismici è determinato nella misura di 96. (ingenio-web.it)

Mentre, l'altro comproprietario potrà usufruire del Superbonus, per le spese sostenute, qualora non abbia già beneficiato dell'incentivo per opere di efficienza energetica su altri due immobili 34/2020, prevede che per le persone fisiche il Superbonus si applica agli interventi di riqualificazione energetica realizzati su un numero massimo di due unità immobiliari. (Lavorincasa.it)

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fornito importanti chiarimenti sulla fruizione del Superbonus 110 per edifici con abusi edilizi: in base alle risposte fornite dalla VI Commissione Permanente (Finanze) nella seduta del 15 settembre, a specifica interrogazione quesiti in materia (la n. (PMI.it)

119], anche in caso di demolizione e ricostruzione o di ricostruzione su sedime esistente, raggiungano una classe energetica in fascia A. L’istante, in particolare, è un soggetto residente all'estero che vuole ristrutturare un fabbricato pericolante composto da due unità collabenti, sprovvisto di Ape. (CASA&CLIMA.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr