Ritorno a scuola, dal 7 aprile in classe 2 alunni su 3. La situazione regione per regione

La Stampa INTERNO

Friuli Venezia Giulia: confermata tutta la regione in zona rossa, scuola in presenza fino alla prima media.

Calabria: resta in zona rossa fino al 21 aprile, lasciando a casa gli studenti dalla seconda media in su

Tornano, dunque, in classe tutti gli alunni di asili, elementari e prima media; anche in zona rossa.

Sono 17 però comuni che sono in zona rossa fino all’11 aprile, con didattica in presenza solo fino alla prima media. (La Stampa)

Su altre testate

Mentre nelle zone rosse frequenteranno tutti gli alunni fino alla prima media, dad dalla seconda media in poi. Il 7 aprile dunque 6 alunni su 10 rientreranno nelle loro classi, pari a 5,3 milioni su poco più di 8 milioni in totale (Il Sole 24 ORE)

La protesta non è nei confronti del Comune o del Dirigente Scolastico, ma in particolare contro le decisioni del Governo centrale di mantenere in Dad le classi dei loro figli (Telefriuli)

Il tecnici sono al lavoro per ripristinare il servizio. E secondo il ministro dell’Educazione, Jean-Michel Blanquer, si tratta di “un cyberattacco che arriva dall’estero“. (Orizzonte Scuola)

Basta Dad, protesta dei genitori a Coseano

STUDENTI LOMBARDI. In base al DL 44 dello scorso 29 marzo, rientrano infatti a scuola tutti i bambini, dall’asilo nido fino alla prima media, anche se in zona rossa. In pratica rientrano a scuola due studenti su tre a livello nazionale, ma nella regione Lombardia, che rimane zona rossa, la percentuale è decisamente inferiore e supera a mala pena la metà degli studenti. (varesenews.it)

In vista della riapertura delle scuole in Puglia, a partire da domani, per gli alunni dalla scuola dell’infanzia alla prima classe delle secondarie di primo grado, i dirigenti scolastici stanno raccogliendo le richieste delle famiglie che sceglieranno la didattica a distanza, come prevede l’ultima ordinanza regionale. (Telebari srl)

«Un colpo duro anche per questa fascia d’età benché se ne parli meno dei ragazzi che frequentano medie o superiori - dice Patrizia Taglianetti, maestra d’asilo dell’istituto Bagnolini di Villadossola -. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr