Tra calcio e ristorazione, chi è Biagio Passaro arrestato per l'assalto alla sede della Cgil

ModenaToday INTERNO

Compreso l’assalto alla sede della Cgil, commentando: "Si sfonda".

Biagio Passaro del Movimento IoApro. Biagio Passaro era tra i 120 passeggeri del pullman identificati ad aprile, quando diversi ristoratori erano partiti dall’Emilia Romagna per la manifestazione contro le limitazioni alle attività commerciali organizzata dal movimento Io Apro a Roma

Aveva documentato con foto e video, sul proprio profilo Facebook, le tappe della giornata. (ModenaToday)

Su altri giornali

Presidi in tutta la Puglia sono stati organizzati davanti alle sedi della Cgil e delle Camere del Lavoro dopo l'assalto di sabato scorso a Roma, in concomitanza con la manifestazione no green pass per i lavoratori, non autorizzata. (Canale7)

Lo hanno reso noto i rappresentanti del movimento Nico Liberati e Francesco Ciattoni. Un flash mob organizzato davanti alla sede della Cgil di Pescara per esprimere solidarietà al sindacato per l’assalto subito dalla sede nazionale sabato scorso a Roma: ad organizzarlo per le 12 di oggi è il movimento di Nogreenpass-nontoccateiminori di Abruzzo e Marche. (AbruzzoLive)

Per questo il nostro augurio è che la Magistratura porti a galla i responsabili di questo vile attacco, e agisca irreprensibilmente con una condanna esemplare. Di seguito il comunicato di Sinistra Italiana Busto Arsizio. (varesenews.it)

La SLC con il segretario generale Sabino La Rocca e il segretartio generale della Cgil Avellino Franco Fiordellisi chiedono al sindaco di Avellino e alla sua giunta di predisporre un regolamento di accesso e trasparenza: tali atti sono fondamentali, in una democrazia di prossimità come i comuni, per garantire la trasparenza e la massima partecipazione dei cittadini agli atti e attività amministrative degli assessori e dei consiglieri Nella giornata odierna l’assemblea generale di SLC (sindacato comunicazioni) Cgil nell’ambito della conferenza di organizzazione ha inteso stigmatizzare quanto sta accadendo presso il Comune della Città di Avellino, dove si impedisce l’accesso ai giornalisti senza che vi sia alcun regolamento per l’accesso, demandando tutto alla discrezionalità del sindaco Gianluca Festa. (AvellinoToday)

Lo hanno reso noto i rappresentanti del movimento Nico Liberati e Francesco Ciattoni. Abbiamo contattato telefonicamente il segretario generale della Cgil di. Pescara, Luca Ondifero, con il quale abbiamo concordato un appuntamento. (Rete8)

I reati per cui sono stati segnalati sono numerosi, fra i quali, danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 38 gli appartenenti alle forze dell’ordine rimasti feriti durante gli scontri che sono stati registrati nella giornata di sabato. (VeronaSera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr