Afghanistan, rapita e torturata la figlia dell'ambasciatore in Pakistan

AGI - Agenzia Italia ESTERI

Dal canto suo, Islamabad accusa il vicino di chiudere un occhio sugli attacchi lanciati dal suo territorio contro il Pakistan.

Le tensioni sono ulteriormente cresciute dopo che questa settimana i talebani hanno conquistato lo strategico valico di frontiera di Spin Boldak

The abduction of Afgh ambassador's daughter & her subsequent torture has wounded the psyche of our nation.

'Afghanistan ha richiamato il suo ambasciatore e altri diplomatici a Islamabad, per quelle che ritiene "minacce alla loro sicurezza", dopo il breve rapimento della figlia del capo missione, Silsila Alikhil, sequestrata e "torturata" per alcune ore, venerdì scorso, nella capitale pakistana. (AGI - Agenzia Italia)

La notizia riportata su altri giornali

Venti anni fa, Peter Jackson portava il primo capitolo de “Il Signore degli Anelli” tratto dai libri di J. Le avventure di Frodo e della Compagnia dell'Anello sul grande schermo in 4K. Era il 2001 quando la “La Compagnia dell’Anello” apparve per la prima volta sul grande schermo. (LaPresse)

Le truppe straniere sono presenti in Afghanistan da quasi due decenni, ma negli ultimi mesi è cominciato il disimpegno. Diversi alti funzionari, tra cui Abdullah Abdullah - capo del consiglio governativo, che supervisiona il processo di pace, ed ex capo dell'esecutivo - sono coinvolti nei colloqui di Doha. (Euronews Italiano)

Occupando le province di confine i talebani finiranno per controllare l’economia». In anni recenti la Cina ha fatto significativi sforzi e svolto un ruolo costruttivo per la promozione della pace in Afghanistan (Tempi.it)

L'Afghanistan richiama tutto il personale diplomatico. Ma Islamabad mette in dubbio la sua versione e ipotizza un complotto dell'India. (La Repubblica)

L’Afghanistan è in Asia e non ha attaccato gli Stati Uniti, ma i talebani, dopo l’11 settembre 2001, rifiutarono di consegnare Osama bin Laden a Washington. Gli effetti della ritirata degli Stati Uniti dall’Afghanistan sono ben illustrati nella intervista del Sussidiario a Marco Lombardi, e non lasciano ben sperare. (Il Sussidiario.net)

Lo scenario infatti sta cambiando rapidamente e libertà che apparivano ormai conquistate sono di nuovo messe in discussione. Gli accordi di Doha del 2020 hanno sancito l’abbandono dell’Afghanistan da parte delle forze militari alleate: ci erano arrivate dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001 e avevano sconfitto i talebani sul proprio campo. (Il Cittadino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr