Berlino smantella rete globale di 400mila pedofili

Berlino smantella rete globale di 400mila pedofili
Ticinonews.ch ESTERI

C’erano anche video di violenze estremamente gravi commesse su bambini anche molto piccoli, specificano gli investigatori.

Quattro persone in manette. L’inchiesta ha portato all’arresto di quattro uomini, tutti di cittadinanza tedesca: tre amministratori della piattaforma e un utente.

Il quarto arrestato era invece uno “user” particolarmente operativo: aveva postato ben 3.500 contributi in rete, per condividerli. (Ticinonews.ch)

Se ne è parlato anche su altri giornali

"Occorre - conclude il procuratore - un maggiore controllo da parte dei genitori e degli insegnanti dei cellulari, dell'uso che i ragazzini ne fanno. Per questo occorre fare capire ai genitori che bisogna prestare la massima attenzione all'uso che i figli fanno del cellulare" (Telenord)

Mesi di indagini avvenute in collaborazione con gli organi investigativi esteri di Olanda, Svezia, Australia e Canada e sotto il coordinamento dell’Europol. Smantellata la Boystown, rete internazionale di scambio materiale pedopornografico su Darknet (Di martedì 4 maggio 2021) La procura di Francoforte e l’Anticrimine federale in Germania hanno annunciato ieri l’operazione che ha smantellato la Boystown, una rete internazionale di scambio di materiale pedopornografico su Darknet. (Zazoom Blog)

Contava 400 mi… - SvampaLuca : RT @autocostruttore: La più grande rete di pedopornografia del mondo È quella che è stata smantellata dalla polizia tedesca Contava 400 mi… - kulturjam : La più grande rete di pedopornografia del mondo è stata smantellata dalla polizia tedesca. (Zazoom Blog)

Pedopornografia: la polizia smantella vasta rete Darknet, 400mila adepti

La rete sgominata consentiva a chi vi accedeva la condivisione di materiale pedopornografico, con scambio di immagini e video dai contenuti inquietanti, compresi “gravi abusi sessuali su bambini piccoli”, stando ad una nota degli inquirenti. (OggiNotizie)

Un quarto sospettato, un 64enne di Amburgo, è accusato di essere tra gli utenti più attivi, avendo caricato e condiviso oltre 3.500 post Secondo l’Europol le comunità composte da autori di reati contro i minori sul dark web mostrano una notevole capacità di recupero in risposta alle azioni contro di loro da parte delle forze dell’ordine. (Wired Italia)

La piattaforma internazionale è Boystown, accessibile solo tramite Darknet, il lato più oscuro di Internet. Stando a quanto riferisce il comunicato ufficiale, oltre a gestire la rete, i criminali si occupavano anche del “monitoraggio dei clienti“. (Yeslife)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr