CORONAVIRUS, DI MAIO: NON CREDIAMO A FAKE NEWS

9 colonne SALUTE

Così, in un post su Facebook, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Dentro ci sono decine di miliardi per: sostenere le imprese, potenziare il sistema sanitario e supportare le nostre famiglie.

Quindi vi chiedo di non credere alle tante fake news che stanno girando in queste ore.

Al momento il dato delle terapie intensive non è allarmante: circa 700 ricoveri contro i 3.700 del mese di marzo.

Il governo inoltre ha deciso di sospendere la riscossione e l’invio di nuove cartelle fino al 31 dicembre. (9 colonne)

Su altri media

Per fare un confronto sensato basta guar… - SaCe86 : Terapie intensive 'sparite' e test Che cosa non sta funzionando - (Zazoom Blog)

Prima dell’emergenza Covid, la dotazione complessiva di posti letto in terapia intensiva in Abruzzo era pari a 123. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, che ricostruisce il quadro sia dei posti letto già attivati, sia di quelli programmati e in fase di attivazione. (Info Media News)

"Le terapie intensive sono cresciute del 35% rispetto a ieri arrivando a sfiorare le 100 persone. Ma di fronte all'aumento esponenziale delle terapie intensive vi è poco da commentare. (Logos News)

Con i suoi 634 posti letto già allestiti, e quindi subito attivabili in caso di bisogno, e i rimanenti in fase di realizzazione, il traguardo da raggiungere è ormai vicinissimo: 641, definito dal dicastero sulla base del rapporto tra numero di cittadini e posti letto (14 posti ogni 100mila abitanti). (Gazzetta di Parma)

Come riportano i dati del bollettino del ministero della Salute del 16 ottobre, nel nostro paese attualmente sono 638 le terapie intensive occupate. Il problema principale, guardando indietro a quello che è successo nel mese di marzo, rimane sicuramente quello del sovraccarico delle terapie intensive. (QuiFinanza)

Ieri i posti occupati erano 71 - in discesa - e oggi sono 96, con 25 ricoverati in più in 24 ore. In tutto gli attualmente positivi sono 21.625 nella regione. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr