Golpe militare ai danni di Trump? Le rivelazioni segrete nel libro “Peril”. Nancy Pelosi al gen. Milley: “Lui è matto, lo sai…?”

Golpe militare ai danni di Trump? Le rivelazioni segrete nel libro “Peril”. Nancy Pelosi al gen. Milley: “Lui è matto, lo sai…?”
PRP Channel ESTERI

Si può impedire alla carica più potente della Terra, il presidente degli Stati Uniti, di ordinare un attacco nucleare?

L’8 gennaio, Milley assicurò ancora una volta il generale cinese: “Siamo stabili al 100%.

Milley ha deciso di attivarsi quel giorno dopo una telefonata con la presidente della Camera Nancy Pelosi.

Nancy Pelosi al gen. Milley: “Lui è matto, lo sai…?”

Lo stesso giorno, secondo il giornale, Milley ha contattato l’ammiraglio che sovrintendeva al comando militare indo-pacifico degli Stati Uniti per raccomandare il rinvio delle esercitazioni militari. (PRP Channel)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Secondo gli autori, il segretario alla Difesa americano Mark Milley all’inizio di gennaio ha ordinato ai dipendenti di non agire se Trump avesse ordinato l’uso di armi nucleari. Per queste orribili missioni, il vecchio rilevatore del Watergate Bob Woodward è in un prossimo libro scritto con Robert Costa. (TecnoSuper.net)

Secondo le rivelazioni raccolte da Woodward, negli ultimi mesi dell’amministrazione Trump, Milley assunse l’iniziativa di contattare il capo delle Forze armate cinesi, generale Li Zuocheng, e lo rassicuro che in nessun caso gli Stati Uniti avrebbero assunto iniziative militari. (Nova News)

I due celebri cronisti scrivono che Milley, profondamente scosso dall'evento, "era certo che Trump avesse subito un grave declino mentale all'indomani delle elezioni. (Notizie - MSN Italia)

Il generale degli Stati Uniti ha chiamato la Cina per paura che Trump potesse ordinare la guerra: rapporto | Notizie di Donald Trump

A schermo intero Mike Pence con Donald Trump Pelosi esprime preoccupazione per il fatto che l’arsenale nucleare degli Stati Uniti è in mani pericolose finché Donald Trump rimane alla Casa Bianca. (TecnoSuper.net)

Incombente potenziale perdita elettorale e sue conseguenze, ha riferito martedì il Washington Post. “Per la cronaca, non ho mai pensato di attaccare la Cina”, ha detto Trump. (Buzznews portale di notizie)

Un alto generale degli Stati Uniti ha chiamato in privato la sua controparte cinese due volte per la preoccupazione che l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump possa scatenare una guerra con la Cina mentre la sua potenziale perdita elettorale incombe e sulla sua scia, secondo il Washington Post. (La Tribuna Sammarinese)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr