Evergrande "too big to fail"? Il default potrebbe arrivare in Europa Da Investing.com

Investing.com ECONOMIA

Diversi agenzie di rating sono già intervenute tagliando il rating sul debito, e facendo schizzare i rendimenti dei bond di Evergrande .

"Con 300 miliardi di dollari di debiti, un crollo di Evergrande potrebbe essere sufficiente anche per fermare la mano della Fed, tali sono le onde d'urto più che potrebbe causare", ha scritto in una nota il senior analyst di Oanda Jeffrey Halley.

"La situazione di Evergrande si sta avviando verso una conclusione, con interessanti sviluppi che potrebbero arrivare fine settimana", ha aggiunto

Tuttavia, secondo il quotidiano Global Times, principale megafono dello stato cinese, l'operatore immobiliare "non dovrebbe scommettere su un salvataggio del governo partendo dal presupposto che sia too big to fail". (Investing.com)

La notizia riportata su altri giornali

Alert Evergrande sulle borse cinesi: il titolo dello sviluppatore di progetti immobiliari più indebitato del mondo, il cui caso continua a tenere con il fiato sospeso i mercati, affonda fino a -12% alla borsa di Hong Kong. (Yahoo Finanza)

Hu, inoltre, ha osservato di non pensare che un fallimento di Evergrande possa innescare una tempesta finanziaria sistemica come Lehman Brothers, perché la compagnia è un'attività immobiliare e i tassi sugli acconti in Cina sono molto alti. (Ticinonline)

Seduta incerta anche per Wall Street, dopo che le Borse asiatiche hanno finalmente rialzato la testa dopo quattro sedute di debolezza. Il Wti ottobre è sotto i 72 dollari al barile, il Brent novembre sotto ancorato a 75 dollari al barile (la Repubblica)

A Shenzhen, intanto, proseguono le proteste dei piccoli investitori intorno al quartier generale della società La società cinese, che è il secondo sviluppatore immobiliare del Paese, è in crisi di liquidità e a rischio default. (la Repubblica)

Alert Evergrande sulle borse cinesi: il titolo dello sviluppatore di progetti immobiliari più indebitato del mondo, il cui caso continua a tenere con il fiato sospeso i mercati, affonda fino a -12% alla borsa di Hong Kong. (Yahoo Finanza)

Il colosso della telefonia vuole investire 10 miliardi sui veicoli a zero emissioni e promette il primo modello per il 2024. La Xiaomi aveva annunciato di voler investire l'equivalente di 10 miliardi di dollari nello sviluppo di auto elettriche nell'arco dei prossimi due lustri (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr