Mercato immobiliare: per l’estate è corsa alle case vacanza in affitto sul litorale pontino

Mercato immobiliare: per l’estate è corsa alle case vacanza in affitto sul litorale pontino
LatinaToday ECONOMIA

“In questi mesi - viene spiegato attraverso una nota - si è parlato molto di remote working con ricerche di casa in affitto per lunghi periodi nelle località di vacanza”.

Come è cambiato il mercato immobiliare per le case vacanza con la pandemia da coronavirus?

Dallo studio emerge, inoltre, che nel 2020 hanno tenuto i valori della casa vacanza, al mare, in montagna e al lago; "la domanda è elevata e, dai nostri dati, si registra anche un aumento delle compravendite di casa vacanza dal 2019 al 2020 passate del 5,8% al 6,5%. (LatinaToday)

Su altri media

Complice anche l’aumento della DAD e lo stop totale agli store fisici, gli investimenti su nuove case ed attività erano pressoché nulli. Il mercato immobiliare bolognese, a causa della pandemia, ha sicuramente subito diversi colpi. (Nuova Società)

I report sono in totale 21, elaborati a cura delle direzioni regionali e provinciali di Trento e Bolzano, in collaborazione con gli uffici provinciali-Territorio e con l’ufficio Statistiche e Studi della direzione centrale Servizi estimativi e Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate. (CASA&CLIMA.com)

Gli acquisti di abitazioni sono aumentati del 38,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e quelli relativi al comparto terziario-commerciale sono cresciuti del 51,3%. Segnali di ripresa, nel primo trimestre 2021, per i volumi di compravendita del settore residenziale e non residenziale. (CASA&CLIMA.com)

Mercato immobiliare: nel primo trimestre 2021 crescono le compravendite di abitazioni (+38,6%). Bene anche i settori terziario-commerciale e produttivo

Anche in questo trimestre, come nell’ultimo del 2020, il segno positivo è più marcato nei comuni minori (+43,3% rispetto al primo trimestre 2020); nei capoluoghi i volumi di compravendita crescono del 30% circa. (Il Giornale delle PMI)

L'anno scorso, nonostante i due mesi di blocco in cui si è raggiunto il -7% delle compravendite, c'è stato un aumento complessivo del 12%. Tuttavia c'è una diffusa consapevolezza che difficilmente i valori degli immobili potranno arrivare alle cifre registrate qualche anno fa. (La Provincia Pavese)

Il “bene casa” tiene, mai come in questo periodo storico in cui il senso di incertezza verso il futuro ha pesato sulle scelte degli italiani. Crescono, invece, gli acquisti al quartiere Cristo (+19,4%, dove ci sono costruzioni nuove o comunque recenti), ma anche agli Orti, Cittadella, Commercianti e Borsalino (Telecity News 24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr