Politica trasparente/ Le (poche) parole che servono al Paese

Politica trasparente/ Le (poche) parole che servono al Paese
Il Messaggero INTERNO

Viceversa, occorre più informazione istituzionale, cioè buona informazione di governo: si parla, e non troppo, quando c’è un risultato o provvedimento da comunicare, non si rimbalzano le parole sulle parole.

Durerà questa transizione ecologica a una politica più responsabile e rispettosa e a una comunicazione meno provinciale e inutilmente sudaticcia?

Insieme a quest’altra: il governo governa e dice quel che deve

Ogni annuncio rimandato, ogni proclama evitato, ogni rissa scongiurata dovranno valere come successi della buona politica. (Il Messaggero)

Ne parlano anche altri media

Eppure è centrale per un Paese caratterizzato da trascuratezza idrogeologica, vandalismo del patrimonio pubblico, turismo vocato all’arte e alla bellezza paesaggistica Un senso di disagio e insicurezza che li costringe a dire qualcosa, qualunque cosa. (Moondo)

Prorogato fino al 27 Marzo 2021 il divieto di spostamento tra diverse regioni salvo esigenze di salute, motivi di lavoro o situazioni di necessità Il governo ha vietato le visite ai privati per chi è in zona rossa, anche ai congiunti, salvo per motivi di lavoro, salute e necessità. (Centumcellae News)

Ma in compenso, purtroppo per lui, c’è Matteo Salvini, che invece parla troppo. Fine della strumentalizzazione per scopi biecamente politici della tragedia ed emergenza sanitaria che il paese sta attraversando. (Antimafia Duemila)

CORONAVIRUS: NUOVO DPCM in arrivo, il GOVERNO DRAGHI brucia le tappe. Le ANTICIPAZIONI

Non se ne poteva più dell’affastellarsi di mezze decisioni e di mezze informazioni continuamente inseguite e smentite da se stesse. E ciò specialmentenelle materie - come il prolungamento dello stop degli spostamenti tra regioni - che riguardano direttamente le loro vite. (Il Mattino)

Il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero, dall’inizio della XVIII legislatura, è impegnato assieme al Governo, alle Regioni e alle Province Autonome, nonché all’Associazione Nazionale dei Comuni d’Italia e all’Unione delle Province Italiane, alla realizzazione dell’Assemblea plenaria della IV Conferenza Stato-Regioni-Province Autonome-CGIE i cui lavori preparatori sono stati momentaneamente bloccati a causa dell’avvicendamento del Governo. (Italia chiama Italia)

Proposte che nei prossimi giorni saranno discusse tra governo e regioni in vista del nuovo Dpcm ai primi di marzo", ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni Le scelte di Mario Draghi, nuovo Presidente del Consiglio, sono frutto degli incontri con i governatori delle regioni. (iLMeteo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr