Ema, prima di nuovi vaccini valutare strategia lungo termine

Ema, prima di nuovi vaccini valutare strategia lungo termine
Ticinonews.ch SALUTE

Collaborare con Oms. Secondo la direttrice dell’Ema, Emer Cook, serve “una discussione più strategica su quali tipi di vaccini potrebbero essere necessari a lungo termine per gestire adeguatamente” il Covid.

Sono le conclusioni del seminario della Coalizione internazionale delle autorità di regolamentazione dei medicinali, guidata dall'Agenzia europea per i medicinali (Ema) e dalla Food and Drug Administration (Fda) americana. (Ticinonews.ch)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Vaccino: quarta dose e il parere degli esperti. Cavaleri, in conclusione delle sue dichiarazioni, ha aggiunto: “Sta emergendo il confronto su una seconda dose di richiamo con gli stessi vaccini attualmente in uso. (VNews24)

E la risposta del sistema immunitario potrebbe non essere così buona come vorremmo che fosse. Marcello Pamio – 13 gennaio 2022. Marco Cavalieri è a capo della strategia vaccinale dell’Ema, l’ente europeo che supervisiona i farmaci, gli stessi che hanno autorizzato i sieri magici. (Maurizio Blondet)

Della stessa opinione le autorità tedesche, che hanno annunciato nelle scorse settimane di ritenere fondamentale una quarta dose per affrontare l’avanzata della variante omicron Sintomi Omicron, quarantena, tamponi: le nuove regole per vaccinati e guariti. (Galileo)

"Questa strategia non ha alcun senso", esperti contro la quarta dose del vaccino anti-Covid

Dell'idea che moltiplicare i richiami non sia la scelta migliore, riporta Repubblica, anche Guido Forni, immunologo dell'Accademia dei Lincei, il quale spiega: " Esiste un termine tecnico che si chiama exhaustion, o sfinimento del sistema immunitario ". (il Giornale)

Ema: “Un richiamo ogni 4 mesi potrebbe ridurre l'efficacia della risposta immunitaria”. Covid - Marco Cavaleri, responsabile per la strategia sui vaccini dell'agenzia europea del farmaco: “Meglio booster a intervalli più lunghi e sincronizzarli con l'inizio della stagione fredda” (Tuscia Web)

“Non si può imporre a 50 milioni di persone di fare la quarta o la quinta vaccinazione, deve esserci una strategia. “Utile alle persone fragili”. “Posso pensare che la somministrazione di una eventuale quarta dose di vaccino anti-Covid potrebbe essere utile alle persone con fragilità importanti che, in maniera documentata, non hanno risposto alla terza dose. (Calabria 7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr