Ecobonus auto elettriche e plug-in: fondi esauriti, ora si comprano senza incentivo

La Gazzetta dello Sport ECONOMIA

Nessun rifinanziamento, dunque, ma solo un’operazione contabile che ha però ridotto di 2.000 euro (con rottamazione) e di 1.000 (senza rottamazione) l’incentivo totale.

Era già successo a fine agosto: i fondi per l’incentivo statale Ecobonus per auto elettriche ei ibride plug in sono terminati.

Ad oggi, sul sito del Mise dedicato ci sono 1.000 euro destinati dall’Ecobonus, questo significa che in meno di venti giorni sono stati prenotati tutti i fondi disponibili tra bonus per auto elettriche e plug-in

Poi, il 3 settembre, il governo è intervenuto spostando i circa 57 milioni di euro di fondi destinati all’extra bonus sull’Ecobonus. (La Gazzetta dello Sport)

Ne parlano anche altri media

(LaPresse) – A partire dalle ore 10 di martedì 28 settembre i concessionari potranno accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni degli incentivi per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati a basse emissioni. (LaPresse)

Il contributo viene riconosciuto solo con rottamazione e si differenzia a seconda della fascia di emissioni del veicolo usato che si acquista: 0-60: 2.000 euro; 61-90: 1.000 euro; 91-160: 750 euro. Il veicolo rottamato dovrà essere della medesima categoria di quello acquistato, immatricolato da almeno 10 anni e intestato da almeno 12 mesi all’acquirente o ad un familiare convivente (LaPresse)

Ne dà notizia il Mise, spiegando che per il nuovo incentivo ci sono a disposizione 40 milioni di euro (stanziati dal decreto Sostegni bis) per l'acquisto di un veicolo usato di classe euro non inferiore a 6, con un prezzo risultante dalle quotazioni medie di mercato non superiore a 25.000 euro e con emissioni comprese tra 0-160 g/km CO2. (Rai News)

Con il decreto Infrastrutture sono stati infatti riallocati 57 milioni di euro nel fondo che prevede ecobonus fino a 6.000 euro per acquisto auto a basse emissioni. Si tratta di risorse inizialmente stanziate per l’extra-bonus con la legge di conversione del decreto Sostegni bis (Gazzetta del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr