Superbonus: Decreto Antifrode e cessione dei bonus. I controlli del Fisco

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook, formulari e videoconferenze accreditate ECONOMIA

Superbonus e controlli: la normativa di riferimento. Gli articoli 121 e 122, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, cd.

L'articolo 122-bis, del decreto-legge n. 34 del 2020, introdotto dall'articolo 2 del decreto-legge 11 novembre 2021, n. 157, cd

L’Agenzia delle Entrate ha reso operativa la norma sui controlli dei bonus edilizi contenuta nel D.L.

Il Fisco selezionerà alcune comunicazioni relative alla cessione dei bonus fiscali per effettuare i controlli sulla regolarità delle operazioni. (Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook, formulari e videoconferenze accreditate)

La notizia riportata su altri media

Cosa succede a seguito della sospensione. Con il Provvedimento del 1 dicembre 2021 vengono definiti i criteri e le modalità per la sospensione delle suddette comunicazioni inviate all’Agenzia delle Entrate. (AteneoWeb)

Il Decreto legge antifrode è una conseguenza causata dalle fatture gonfiate con servizi inventati per aggirare i massimali, spese professionali da capogiro e lavori extra in qualche modo inseriti forzatamente in qualche misura per il risparmio energetico. (Metro)

a Fondazione Studi Consulenti del Lavoro - con Approfondimento del 6 dicembre 2021, dal titolo “Cessione dei crediti derivanti da ristrutturazioni edilizie. Il ruolo del Consulente del Lavoro” - è intervenuta riguardo il perfezionamento delle pratiche per la cessione del credito, derivante da ristrutturazioni edilizie, ecobonus, superbonus e sismabonus, ex decreto legge n. (MySolution)

Il ruolo del Consulente del Lavoro” in cui si sintetizza la procedura per la comunicazione delle opzioni per i diversi crediti cedibili, coordinando le indicazioni con il decreto legge n Una guida sugli adempimenti in capo al professionista giunge con l’approfondimento 6 dicembre 2021 di Fondazione Studi titolato “Cessione dei crediti derivanti da ristrutturazioni edilizie. (CASA&CLIMA.com)

Al contribuente non resterà che rimanere nel regime fiscale attuale (quello semplificato!) 121, l’opzione della cessione del credito, consentendo anche ai soggetti che godono di imposte sostitutive di accedere alla detrazione. (Ratio Quotidiano)

E’ del tutto evidente che nel caso in cui il cliente dovesse avere difficoltà nel corrispondere l’intero importo della prestazione non più scontata, i problemi per il fornitore diventano estremamente seri Nel caso in cui l’Agenzia delle entrate annulla gli effetti dell’opzione per la cessione del credito al fornitore che ha applicato lo sconto, sarà quest’ultimo a dovere riscuotere il sopravvenuto credito verso il cliente. (Irpinia TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr