Calciatrici fuggite dai talebani saranno accolte in Gb - Ansa

Calciatrici fuggite dai talebani saranno accolte in Gb - Ansa
Approfondimenti:
Notizie - MSN Italia ESTERI

Diversi club britannici, tra cui il Chelsea e il Leeds United, si sono già impegnati a sostenere la permanenza delle giovani sportive nel Regno Unito

Le ragazze, di età compresa tra 13 e 19 anni, rischiavano di dover tornare in Afghanistan, visto che domani è prevista la scadenza dei loro visti pakistani temporanei, secondo quanto riporta la Bbc.

"Stiamo lavorando per concludere le pratiche dei visti" e "non vediamo l'ora di accoglierle", ha dichiarato un portavoce del governo di Londra (Notizie - MSN Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

Gli Stati Uniti hanno accettato di fornire aiuti umanitari all’Afghanistan senza, tuttavia, riconoscere politicamente il nuovo governo. i colloqui, hanno spiegato, «sono andati bene». (Corriere del Ticino)

Il prossimo passo è sistemarle nella loro nuova casa. “Come il calcio, è stato un lavoro di squadra in cui ogni giocatore ha avuto un ruolo fondamentale. (Agenpress)

Il visto provvisorio delle ragazze scade domani e, senza un altro Paese disposto ad accoglierle, le giovani sarebbero state costrette a tornare nel loro Paese. La maggior parte delle calciatrici, che potranno trasferirsi nel Regno Unito insieme alle loro famiglie, provengono da Herat ed erano riuscite a raggiungere Kabul dopo l'inizio del ponte aereo occidentale. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Talebani a Usa, ci impegniamo contro terroristi nel Paese

Da quando i talebani hanno preso il controllo di Kabul c'è la grande preoccupazione che le donne possono perdere gran parte della loro libertà. (Il Sole 24 ORE)

Ero rimasta colpita dalla vicenda sin dal 2011, quando il carissimo Anwar Hashimi la condivise con me, parlandomene in modo dettagliato. Così ho preso la storia di Anwar e ho cercato di farla mia in molti modi (left)

Lo hanno annunciato i rappresentanti dei talebani stessi dopo il primo incontro di persona a Doha con dirigenti americani. Gli Usa hanno concordato di fornire aiuti umanitari agli afghani rifiutando però di dare riconoscimento politico al nuovo governo dei talebani. (Corriere Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr