MotoGP | Rossi sorride: “Novità Yamaha mi hanno aiutato”

MotoGP | Rossi sorride: “Novità Yamaha mi hanno aiutato”
Approfondimenti:
FormulaPassion.it SPORT

La giornata è stata perfetta a livello meteo e ho potuto girare tanto, è solo una giornata di test, non conta niente, però torno a casa con più ottimismo in vista delle prossime gare”

La giornata di test odierna, però, permette a Rossi di prendere l’aereo verso Tavullia con qualche certezza in più in vista del fine settimana di Le Mans: “È stata una buona giornata di test – ha spiegato il nove volte iridato – sono riuscito ad essere più veloce, sia sul passo gara che sul giro secco. (FormulaPassion.it)

La notizia riportata su altri media

Lo spagnolo della Yamaha ufficiale in 1’36”879 ha preceduto le Suzuki di Alex Rins e Joan Mir, staccati rispettivamente di 34 e 431 millesimi. Oggi nel test è andata bene, spero di portare quello che ho provato a Le Mans e avere buoni risultati. (La Gazzetta dello Sport)

La cosa però non deve stupire, visto che il pilota dell'Aprilia ieri ha a sua volta accusato un problema di sindrome compartimentale Motivo per cui ha preferito sottoporsi ad un controllo per capire come procedere per risolvere quello che sembra essere un problema di sindrome compartimentale. (Motorsport.com Italia)

I piloti sono scesi in pista questa mattina alle 10 e ne avranno fino alle 18. 17esimo miglior tempo al momento, invece, per Valentino Rossi con 36 giri completati (Motosprint.it)

MotoGP test Jerez, Bagnaia: “Ho la moto migliore e può crescere ancora”

Poi un curioso paragone: “Qui ci sono tante staccate, il circuito è più impegnativo rispetto a Portimao Marc Marquez commenta le sue difficoltà nel guidare dopo l’infortunio al braccio destro: il paragone del pilota della Honda. (AutoMotoriNews)

Razlan Razali da Jerez commenta la situazione di Valentino Rossi, che fatica in pista. Parla anche del futuro del team Petronas SRT in MotoGP. (AutoMotoriNews)

A parte ciò sono contento della moto, e penso che vi siano ancora margini di miglioramento”. “Sono passate 25 ore da quando sono diventato primo in campionato, ancora mi ci devo abituare (ride ndr). (Motosprint.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr