Cessione di elementi patrimoniali e cessione di ramo d'azienda: il diverso trattamento IVA

Ipsoa ECONOMIA

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la risposta a interpello n. 149 del 4 marzo 2021 riguardo al trattamento fiscale ai fini IVA e ai fini dell'imposta di registro della cessione di elementi patrimoniali.

2, comma3, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972 n. 633, che non sono considerate cessioni di beni: le cessioni e i conferimenti in società o altri enti, compresi i consorzi e le assicurazioni o altre organizzazioni, che hanno per oggetto aziende o rami di azienda

Di tale facoltà si è avvalso il legislatore nazionale, stabilendo con l'art. (Ipsoa)

Ne parlano anche altri giornali

L’Agenzia delle Entrate chiarisce come ottenere una agevolazione IVA sulle bollette elettriche per quelle parti di condominio residenziale destinate ad uso comune. Pertanto, in questi casi è possibile applicare l’IVA agevolata al 10% sulle bollette di energia elettrica che interessano il funzionamento delle parti comuni (Proiezioni di Borsa)

Entrambi i principi sono stati espressi dall’agenzia delle Entrate con le risposte ad interpello 145 e 146 del 3 marzo. Lo stesso dicasi per la fornitura di terminali di gioco da parte di una società all’aggiudicataria della concessione a cui deve applicarsi l’aliquota Iva ordinaria anziché l’esenzione prevista agli articoli 6, 7 e 9 Dpr 633/1972. (Il Sole 24 ORE)

plafond ed alle relative percentuali necessarie per l'effettuazione di acquisti senza pagamento dell' IVA n. 331 del 1993 stabilisce che i corrispettivi delle cessioni intracomunitarie concorrono alla determinazione del c. (Ipsoa)

127-quinquies del decreto IVA. Nella risposta a interpello n. 144 del 3 marzo 2021 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito l'applicazione dell'aliquota IVA agevolata con riferimento a interventi relativi alla pubblica illuminazione. (Ipsoa)

Donazioni di beni anti-Covid-19 totalmente sgravate dall'Iva: la detraibilità dell'imposta sui beni acquistati dalle imprese nel corso del 2020 per farne oggetto di donazione agli enti pubblici al fine di contrastare l'epidemia sanitaria non è pregiudicata dalla destinazione gratuita, che si configura, eccezionalmente, come un'operazione esente che non esclude né limita il diritto alla detrazione «a monte». (Italia Oggi)

Il rigo VA16, inserito nella sezione 2 del quadro VA, sebbene possa sembrare puramente «espositivo», non inficiando in alcun modo il calcolo dell'iva a debito/credito, assume in realtà il fondamentale ruolo di rendere nota all'Agenzia delle entrate l'esatta norma sospensiva utilizzata dal beneficiario. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr