Offese sui social a medici e infermieri, prime sanzioni per i responsabili - IlCuoioInDiretta

Offese sui social a medici e infermieri, prime sanzioni per i responsabili - IlCuoioInDiretta
IlCuoioInDiretta SALUTE

L’azienda Usl Toscana nord ovest continuerà a segnalare al comando Nas dei carabinieri comportamenti o comunicazioni via social aggressivi ed offensivi.

E i primi provvedimenti sono già stati eseguiti nei confronti dei responsabili.

Stop a ingiurie, offese e violenze a infermieri, medici e personale sanitario.

L’azienda, inoltre, continuerà a denunciare comportamenti violenti che costituiscano ipotesi di reato verso il proprio personale sanitario, per tutelarne l’impegno instancabile prestato al servizio dei cittadini, il cui valore è ancor più encomiabile in questo periodo di pandemia

L’azienda Usl Toscana nord ovest ha già assunto diverse iniziative, anche in sede penale, contro le aggressioni sia fisiche sia verbali nei confronti del personale sanitario che opera nelle proprie strutture. (IlCuoioInDiretta)

Se ne è parlato anche su altri media

L’Azienda USL Toscana nord ovest continuerà a segnalare al comando Nas dei carabinieri comportamenti o comunicazioni via social aggressivi ed offensivi. I trasgressori rischiano la comminazione immediata di sanzioni che possono arrivare a diverse migliaia di euro (QuiLivorno.it)

E domani e lunedì alla Fiera saranno presenti anche i clown di corsia, volontari della Croce Rossa Italiana Al Rizzoli l’indice di vaccinazione è del 93% per i medici, inclusi gli specializzandi, e dell’86% per gli infermieri. (il Resto del Carlino)

Un ordine del giorno è stato approvato in Regione per consentire la realizzazione dei corsi formativi di questa nuova figura. Gli Ordini delle Professioni Infermieristiche della regione Liguria hanno già più volte espresso le loro perplessità e preoccupazione in merito. (Nurse Times)

Ora in Veneto gli OSS diventano veramente Infermieri grazie ad un Corso di Formazione Complementare.

Ecco perché, a parte pochi pervicaci no-vax, tanti altri si scoprono improvvisamente meno dubbiosi e chiedono di avere una seconda chance. Dal Lazio alla Campania, tanti distretti sanitari stanno riaprendo le prenotazioni. (ilmessaggero.it)

Basilicata nelle retrovie per l’impiego dei vaccini già disponibili, il commissario Figliuolo che da Roma manda i rinforzi (appena un medico e due infermieri) e intanto le tante forze disponibili presenti in Basilicata vengono lasciate a casa. (Cronache TV)

Ecco la Delibera 305/2021 pubblicata sul BUR n.45: LINK Ieri la Delibera dal titolo “Formazione complementare in assistenza sanitaria dell’operatore socio-sanitario” è stata pubblicata sul BUR ed è attiva. (AssoCareNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr