Vaccini: in Sicilia 250mila dosi AstraZeneca nei frigo PALERMO

Vaccini: in Sicilia 250mila dosi AstraZeneca nei frigo PALERMO
RagusaNews INTERNO

n Sicilia sono 250 mila le dosi di AstraZeneca chiusi nei frigoriferi e al momento inutilizzate.

A fornire il dato aggiornato è il dirigente generale del Dasoe, Mario La Rocca, in conferenza stampa nella Presidenza della Regione.

"Abbiamo avviato l'open day tre settimane fa per dare forza e impulso alla campagna di vaccinazione e a quella con AstraZeneca in modo particolare, la cui scorta nei frigoriferi è sempre stata abbondante dice il governatore Nello Musumeci Verso AstraZeneca c'è stata e c'è una comprensibile ma ingiustificata psicosi, a fronte di 56 decessi la cui connessione con il vaccino comunque è stata esclusa"

(RagusaNews)

La notizia riportata su altri media

In uno scenario caratterizzato da una circolazione media del virus, con una incidenza di 401 casi ogni 100.000 abitanti, i benefici superano i rischi in ogni fascia di età. AstraZeneca, benefici e rischi per fasce d’età. (News Mondo)

Al momento, nell’Isola, risulta già immunizzato (con doppia dose o monodose del vaccino Janssen) il 10 per cento di tutta la popolazione. Aver registrato in Sicilia cinque decessi, che secondo i mass media potevano essere collegati alla somministrazione di AstraZeneca, ha determinato una psicosi comprensibile ma ingiustificata (Fanpage.it)

Come se non bastasse, alla paura delle trombosi (eventualità remotissima, rassicurano i medici) si somma il calcolo: farsi fare oggi la prima dose di AstraZeneca significa essere convocati per la seconda a metà/fine luglio La traversata sotto i raggi dura una ventina di minuti, poi l’attesa prosegue sotto la tettoia. (La Gazzetta di Mantova)

Perché l'Italia deve fare pace con AstraZeneca, e in fretta

In particolare Antonella Viola, immunologa dell'università di Padova, sui social ha suggerito di mantenere il limite di età nelle donne. D'altro canto, le donne giovani hanno un rischio inferiore agli uomini di sviluppare sintomi severi da Covid-19. (Adnkronos)

Il problema code è stato anche risolto "scaglionando le persone in fasce orarie così presso l'ospedale c'erano solo quanti dovevavo fare il vaccino ad una determinata ora". "Solo così possiamo superare questa pandemia" dicevano ancora a notte fonda le persone rimaste in fila (Today.it)

Non c’è pace per il vaccino Vaxzevria, ex AstraZeneca ma ormai battezzato per sempre col nome dell’azienda produttrice anglosvedese. Ora, di nuovo, Figliuolo sembra voler spingere per far cadere quella soglia e, in sostanza, per tornare a poterlo somministrare a chiunque. (esquire.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr