Covid, dal 6 aprile zona rossa senza deroghe in tutta l'Emilia Romagna. VIDEO

Covid, dal 6 aprile zona rossa senza deroghe in tutta l'Emilia Romagna. VIDEO
Reggionline SALUTE

Le seconde e terze medie e gli istituti superiori proseguiranno invece il percorso di didattica a distanza al 100%.

Da mercoledì 7 aprile, dunque, riapriranno i battenti nidi, scuole dell’infanzia, primarie e, come detto, le prime medie.

Reggio Emilia. emergenza coronavirus. covid-19. zona rossa emilia romagna

La vera grande novità del dopo Pasqua e Pasquetta è però rappresentata dal ritorno a scuola per tutti gli alunni fino alla prima media. (Reggionline)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sono 18.025 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Sono invece 326 le vittime in un giorno (ieri 376). (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Coronavirus, ecco il bollettino ufficiale della Protezione Civile per il giorno 5 Aprile (tra parentesi i numeri di ieri):. (ieri 569.035) Contagiati . (ieri 3.703) i ricoverati in terapia intensiva;. i ricoverati in (ieri 32. (AssoCareNews.it)

Ecco il comunicato ufficiale del club bianconero:. AL COVID. “Juventus Football Club comunica che, nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid 19 di Federico Bernardeschi. (Europa Calcio)

Coronavirus, l'Emilia Romagna resta in zona rossa per altre due settimane

Di questi, sono sottoposti a isolamento domiciliare in 532.652.Resta stabile, sempre intorno a ventimila, il numero dei guariti giornalieri, 21.311 nelle ultime ventiquattro ore, per un totale di 2.974.688 dall’inizio della pandemia. (Gazzetta di Modena)

Per quest'ultima 'categoria', divieto anche in Piemonte, Valle d'Aosta, Alto Adige, Trentino, Toscana, Marche, Calabria e Sardegna. E nell'Isola - così come in Sicilia - si entra solo con tampone negativo effettuato 48 ore prima dell'arrivo (Sky Tg24 )

Da domani, 6 aprile, torna la mappa dei colori nell'Italia del coronavirus e l'Emilia Romagna resta in zona rossa per altri 15 giorni. Le ordinanze firmate dal ministro della salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 2 aprile 2021, confermano per ulteriori quindici giorni la permanenza in zona rossa per le Regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta e il passaggio in area arancione per le Regioni Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento. (La Nuova Ferrara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr