Arriva Chrome 83: nuova interfaccia per la sicurezza e blocco dei cookie in modalità Incognito

DDay.it - Digital Day DDay.it - Digital Day (Scienza e tecnologia)

Chrome 83 è disponibile per Windows, Mac, Linux, Android ed iOS ed è scaricabile da qui.

Interessante notare che, dopo la versione 81, Google è passata direttamente a Chrome 83 per evitare possibili malfunzionamenti del browser durante l’emergenza COVID-19.

Ne parlano anche altri media

Le estensioni di Google Chrome saranno racchiuse in una nuova sezione (icona a forma di puzzle) nella barra degli strumenti. In Google Chrome per desktop in Impostazioni Sito ora si trovano due sezioni differenti. (HWfiles)

Protezione avanzata di Google e Dns sicuro. Google ha realizzato due principali upgrade della sicurezza che si possono attivare. Questi nuovi aggiornamenti e funzionalità, incluse le impostazioni di privacy e sicurezza progettate, saranno disponibili in Chrome sulle piattaforme desktop nelle prossime settimane. (igizmo.it)

Si parla di migliorie determinanti, partendo dal controllo dei cookie, passando per una navigazione più sicura e una maggiore gestione della nostra privacy. Il nuovo DNS utilizzerà in particolare il protocollo HTTPS come standard di modo tale che qualunque reindirizzamento verso siti di hacker sia interdetto. (Tecnoandroid)

Come Fare l’Aggiornamento. Oltre che per Windows (uno dei sistemi operativi più utilizzati) la versione 83 di Google Chrome è disponibile anche per iOs, Android, Mac e Linus e scaricare l’aggiornamento è davvero molto semplice, in quanto è sufficiente seguire passo passo la seguente procedura:. (Lezioni Europa)

La versione desktop del popolare browser include nuovi controlli per la privacy e la sicurezza, oltre a due importanti novità che proteggono l’utente durante la navigazione. In Chrome 83 sono state create due sezioni distinte per le impostazioni relative ai siti, come accesso alla posizione, fotocamera e microfono, notifiche e attività recenti. (PcProfessionale.it)

Ancora più importante, Google ha intrapreso un lungo sforzo per ripulire le estensioni di Chrome e semplificare la limitazione delle autorizzazioni. Ovviamente, condividere ancora più dettagli con Google - in particolare qualcosa di privato come i siti web che si visitano - dovrebbe darvi da pensare. (Fastweb.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr