Droga, blitz a Catania: 25 arresti. Mamma spacciava col figlio in braccio

Droga, blitz a Catania: 25 arresti. Mamma spacciava col figlio in braccio
Per saperne di più:
Corriere del Mezzogiorno INTERNO

La moglie del capo piazza spacciava droga col figlio in braccio.

Così i carabinieri sono riusciti a riprendere, con telecamere nascoste, una donna spacciare mentre tiene il figlio piccolo in braccio

Tra le indagate ci sono anche la moglie e la cognata del boss, che, secondo l’accusa, gestivano i guadagni, occultando il denaro incassato, e affiancavano e talvolta sostituivano gli uomini della famiglia nel controllo e nell’organizzazione delle attività, non curandosi affatto, in alcuni frangenti, della presenza dei figlioletti in tenera età. (Corriere del Mezzogiorno)

Su altri giornali

C'erano i dogo argentino e gli occhi vigili delle vedette a "coprire" gli spacciatori di via Piombai, nel cuore di San Cristoforo. Le abitazioni, attaccate l'una all'altra e provviste di cancelli di fortuna, complicavano il lavoro delle forze dell'ordine, agevolando la fuga in caso di perquisizione. (CataniaToday)

L'impulso decisivo alle indagini era arrivato dopo una serie di incidenti ferroviari, con pusher e clienti travolti dai treni mentre andavano a recuperare la droga Ancora droga, ancora eroina, ancora lo stesso posto. (MilanoToday.it)

Undici degli odierni indagati sono risultati percettori o beneficiari del Reddito di Cittadinanza e pertanto verranno segnalati all’autorità competente per la conseguente sospensione del beneficio. (NewSicilia)

Catania: sgominata banda di pusher, una donna spacciava con il figlio in braccio

Sono 25 le persone gravemente indiziate di reati in materia di detenzione e cessione di stupefacenti e di associazione finalizzata al traffico ed alla cessione di stupefacenti. I carabinieri hanno eseguito ordinanza di custodia cautelare nei confronti 25 persone gravemente indiziate di reati in materia di detenzione e cessione di stupefacenti e di associazione finalizzata al traffico ed alla cessione di stupefacenti. (CataniaToday)

L'indagine, coordinata dalla DDA etnea ha consentito di disarticolare un sodalizio criminale che gestiva una fiorente 'piazza di spacciò di cocaina e crack in Via Piombai (10.000 euro l'introito giornaliero), centro nevralgico dello storico quartiere catanese di San Cristoforo. (ilmessaggero.it)

Le immagini riprese con un cellulare finivano poi sui social per far capire che con i capi dell'organizzazione era meglio non sbagliare mai. La nipote Vita Giuffrida invece assieme al compagno Antonino Bonaceto, aveva il compito di rifornire quotidianamente la piazza poco prima dell’apertura alle 17 (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr