Russia. Putin esce dall'Open Skies

Russia. Putin esce dall'Open Skies
Per saperne di più:
Notizie Geopolitiche ESTERI

Trump, che aveva ritirato gli Usa anche dall’Inf (imponeva la drastica riduzione degli arsenali nucleari presenti sul suolo europeo), aveva adottato una retorica pungente nei confronti di Mosca accusandola di non rispettare i trattati, cosa vera solo a metà, dal momento che neppure Washington ne aveva tenuto conto inviando di continuo aerei spia a sorvolare il territorio russo.

Oggi è la Russia a chiamarsi fuori dall’Open Skies: il presidente Vladimir Putin ha infatti firmato una legge, approvata all’unanimità dalla Duma, che ritira il paese dal trattato, segno di una tensione in atto che probabilmente non verrà smorzata in occasione del vertice con Joe Biden previsto per il 16 giugno a Ginevra

Notizie Geopolitiche –. (Notizie Geopolitiche)

Se ne è parlato anche su altri media

Una Russia responsabile di azioni aggressive contro i vicini, la Cina che costringe i vicini e investe pesantemente in nuove capacità militari, minacce informatiche: vediamo sempre più attacchi informatici, sofisticati e frequenti, contro gli alleati della NATO" Stoltenberg spiega che "anche se non crediamo in un rapporto migliore con la Russia, dobbiamo gestire un rapporto difficile". (Tiscali.it)

Biden incontrerà in Gran Bretagna il premier Boris Johnson e i leader del G7, dopodichè a Bruxelles ci sarà il vertice Usa-Nato e il 16 giugno a Ginevra incontrerà Putin. La Psaki ha affermato che incontrare i leader di persona è importante perché la conversazione faccia a faccia è più efficace. (Sputnik Italia)

Negli Stati Uniti il ritmo delle vaccinazioni nelle ultime settimane è rallentatno, mettendo a rischio l'obiettivo dichiarato da Joe Biden di avere il 70% della popolazione adulta con almeno una dose entro il 4 luglio. (ilgazzettino.it)

Il cielo sopra Putin - Strategie & Regole

Pechino colmerebbe così le lacune in campo militare, atomico ed energetico per fare il definitivo salto di qualità da potenza a super potenza. Allo stesso tempo Mosca avrebbe a disposizione risorse finanziarie e tecnologiche – alternative a quelle occidentali - per continuare a contare come potenza regionale. (L'Eco di Bergamo)

Il 19 maggio, la Camera bassa del Parlamento russo ha adottato la legge. Entrato in vigore nel 2002, conta 33 paesi membri, ora divenuti 32 con l’uscita di Mosca. (quoted business)

La scelta clamorosa dell’ex presidente Donald Trump fu motivata col fatto che non sono stati raggiunti progressi significativi nella rimozione degli ostacoli che impediscono la continuazione del trattato (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr