Libia, Draghi a Tripoli per rilanciare la partnership con l'Italia

Libia, Draghi a Tripoli per rilanciare la partnership con l'Italia
la Repubblica INTERNO

Molti i dossier che verranno discussi con le nuove autorità del governo di unità nazionale guidato da Dabaiba: dalla lotta alle migrazioni illegali alla pacificazione del Paese, dalle forniture di gas attraverso la condotta Greenstream alla ricostruzione delle infrastrutture libiche, fino al rilancio delle commesse interrotte dopo il 2011

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è arrivato a Tripoli, in Libia, dove è attualmente in corso il colloquio con il premier del governo di unità nazionale libico, Abdulhamid Dabaiba. (la Repubblica)

Su altre testate

«È un momento unico per la Libia, c’è un governo di unità nazionale legittimato dal Parlamento che sta procedendo alla riconciliazione nazionale. Così Draghi nelle dichiarazioni congiunte con il Primo Ministro libico Abdulhamid Dabaiba da Tripoli (Il Riformista)

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Il paradosso è che proprio la loro scadente e inconcludente europeizzazione rende più complicato il rimetterli a tema Così, la sicurezza della Libia nel suo complesso e quella delle opportunità per le imprese italiane nella nostra ex colonia si fondono in un discorso complessivo. (Il Messaggero)

Mario Draghi a Tripoli: “Momento unico per ricostruire un’amicizia

Il premier ringrazia i marinai di Tripoli per i salvataggi di migranti e così dichiara il Paese «porto sicuro» rimediando agli errori dei giallorossi che hanno agevolato i turchi. Ripartono i progetti decisi da Silvio Berlusconi. (La Verità)

Con il premier italiano che si congratula anche per l’attività della Guardia Costiera libica: “Soddisfazione per quel che la Libia fa nei salvataggi”. Tanto che da Tripoli auspicano “una riunione veloce della commissione economica congiunta e ho concordato con il presidente Draghi di tenerla il prima possibile”. (Il Fatto Quotidiano)

L’apice dello scontro fu il tentativo di Haftar di conquistare Tripoli con un attacco sferrato nell’aprile 2019, un assedio di 14 mesi fallito grazie all’intervento dei militari di Ankara. L’Italia negli ultimi anni aveva perso influenza a Tripoli. (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr