Maria Falcone contro Ilda Boccassini: "Offesa profonda a chi non può più esprimersi su fatti veri o presunti"

Maria Falcone contro Ilda Boccassini: Offesa profonda a chi non può più esprimersi su fatti veri o presunti
La Repubblica INTERNO

Maria Falcone contro Ilda Boccassini: "Offesa profonda a chi non può più esprimersi su fatti veri o presunti" di Alessia Candito. La sorella del magistrato assassinato a Capaci commenta così un articolo che ironizza sulle rivelazioni della procuratrice

(La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Nell'autobiografia di Ilda la rossa, infatti, emergono altri dettagli sul tipo di relazione che avevano i due magistrati. "Non ritenevo che dovesse essere oggetto lui di indagini, una ricerca ossessiva dei suoi tabulati, le carte di credito, i viaggi effettuati" (LiberoQuotidiano.it)

Una vicenda già sviscerata, ma Ilda Boccassini si è tolta altri sassolini dalle scarpe. Ilda Boccassini sarà chiamata anche per essere applicata alla Procura di Palermo. (Il Dubbio)

“Non riesco bene neppure a comprendere il senso – ha fatto sapere – mi pare si sia superato il limite“ In un secondo momento, la sorella di Falcone ha giudicato in maniera negativa anche l’intervento del drammaturgo Ottavio Cappellani, che sul quotidiano ha commentato in chiave satirica i passaggi del libro di Ilda Boccassini relativi al rapporto con Giovanni Falcone. (Imola Oggi)

La reazione della sorella di Falcone al libro di Ilda Boccassini

L’ultima bordata, è arrivata proprio dalla sorella di Falcone, Maria, che ieri su La Terminate le 343 pagine di queste «cronache di una vita» di Ilda Boccassini, raccontate dall’ex magistrato con una sincerità al limite dell’autolesionismo, viene da chiedersi: perché? (La Stampa)

Dopo che il pm di punta della Procura di Milano in un libro ha raccontato di una presunta love story con il giudice, Maria Falcone aveva deciso di non replicare. Quando, però, si supera il limite e si arriva, forse paradossalmente con fini opposti, a commenti inappropriati che scadono nella ridicolizzazione è, secondo me, impossibile non replicare" (Today.it)

La sorella del giudice ricorda poi Falcone e la moglie come "due persone, che hanno fatto della compostezza e della riservatezza regole di vita e che sono state uccise per difendere la democrazia nel nostro Paese, come ridicoli protagonisti di un romanzetto di quart’ordine è vergognoso (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr