Obbligo Green pass, portuali Trieste: "Sciopereremo nonostante il divieto | Ma pronti a discutere con rinvio al 30/10"

Obbligo Green pass, portuali Trieste: Sciopereremo nonostante il divieto | Ma pronti a discutere con rinvio al 30/10
Notizie - MSN Italia INTERNO

Bene, il Coordinamento lavoratori portuali di Trieste risponde che crediamo nella Costituzione Italiana e quindi siamo convinti di essere in democrazia.

LEGGI ANCHE > Green pass, i portuali di Trieste contro l'obbligo: "Blocchiamo i porti" | Conftrasporto: "Valutiamo stop dei Tir"

Ansa Obbligo Green pass, portuali Trieste: "Sciopereremo nonostante il divieto | Ma pronti a discutere con rinvio al 30/10". (Notizie - MSN Italia)

Ne parlano anche altre fonti

Se non avete il green pass non potete lavorare” Sappiamo che anche a Genova i portuali hanno bloccato il porto: grazie agli amici genovesi, agli amici triestini, a chi è qui. (LaPresse)

I rappresentanti dei lavoratori portuali hanno proposto un posticipo al 30 ottobre dell’entrata in vigore dell’obbligo di tampone o di vaccinazione La data coincide infatti con l’entrata in vigore dell’obbligo di Green Pass sul luogo di lavoro – qui una una guida definitiva con le Faq del governo. (QuiFinanza)

Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook. Zeno D’Agostino conferma di essere pronto a presentare le dimissioni anche se apre a un possibile ripensamento qualora dalle altre sigle sindacali dovesse arrivare un segnale di distensione. (Telefriuli)

I portuali di Trieste mettono tutti d'accordo su un punto incontestabile

Al netto dei sindacati più piccoli, rimangono fuori dal conteggio circa 500 lavoratori non iscritti a nessuna sigla. Lo sciopero contro l’introduzione del Green pass obbligatorio comincerà alle prime ore dell’alba del 15 ottobre e continuerà a oltranza. (Open)

La formula è sempre quella, compra il tuo biglietto, goditi un drink con gli amici e vieni a divertirti come si deve. Prevendite LIMITATE 15€ + dp 🎫 http://bit.ly/prevenditeanubi. •••••••••••••••••••••••. (triestecafe.it)

Ed è così che i portuali di Trieste hanno stupito l’Italia, cogliendo in contropiede tutti: il governo, i sindacati e persino chi da luglio sta manifestando. Il caos rischia di estendersi all’autotrasporto: circa due terzi dei camionisti sono senza lasciapassare, senza contare i camionisti stranieri, dove questa percentuale sale all’80% (La Luce di Maria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr