Catania, blitz antimafia Sotto Scacco: 40 indagati. Droga e racket, ma anche truffe all'Inps

Catania, blitz antimafia Sotto Scacco: 40 indagati. Droga e racket, ma anche truffe all'Inps
La Sicilia INTERNO

ruppi legati a Cosa nostra sono stati disarticolati da un’operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Catania con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 40 persone nel capoluogo etneo, a Siracusa, Cosenza e Bologna.

E’ quanto emerge dall’inchiesta coordinata dalla Dda etnea e sfociata nell’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare per 40 indagati.

Maggiori particolari sull'operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10 nella sede del comando provinciale di carabinieri di Catania

Dalle indagini dei carabinieri del comando provinciale di Catania è emerso anche un ulteriore canale di finanziamento delle casse del clan: l’indebita percezione dell’indennità di disoccupazione agricola. (La Sicilia)

Se ne è parlato anche su altre testate

Mafia, droga e truffe all’Inps: 40 arresti. Il sodalizio mafioso operante in Paternò, e già facente capo ad Giuseppe Alleruzzo 86 anni, è stato poi riorganizzato da Domenico Assinnata 71 anni, e dal figlio Salvatore, cl. (Grandangolo Agrigento)

I particolari del blitz LEGGI I militari dell’Arma hanno filmato il boss ergastolano Alleruzzo, in permesso premio, mentre partecipa a un summit. (Livesicilia.it)

La richiesta di tangente non andò a buon fine per il clan per il deciso rifiuto della vittima a pagare Non è stato scoperto se è stato poi realizzato, ma è stato invece accertato che la cosca utilizzava anche come nascondiglio per la marijuana il cimitero monumentale di Paternò, dove sono stati eseguiti dei sequestri di sostanza stupefacente. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

"Ho sparato in testa al boss di Santa Maria di Gesù", definitiva la condanna per il pentito

Lo avrebbe progettato il boss Santo Alleruzzo nel 1997. Fortunatamente il piano, che sarebbe stato nella testa del boss secondo le esternazioni del pentito, non è mai stato concretizzato (Livesicilia.it)

Ulteriori particolari saranno resi noti durante una conferma x stampa che si terrà alle ore 10 nella sala stampa del comando provinciale dei militari dell'Arma di Catania Nel corso delle indagini è stato infine documentato un ulteriore canale di finanziamento delle casse del clan, ovvero, l'indebita percezione dell'indennità di disoccupazione agricola. (Antimafia Duemila)

Avrebbe voluto un'ulteriore sconto di pena in relazione alla condanna per l'omicidio di Giuseppe Calascibetta, il boss di Santa Maria di Gesù eliminato a colpi di pistola la sera del 19 settembre del 2011 in via Bagnera, sotto casa sua, a Belmonte Chiavelli. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr