Interviene per sedare rissa e viene pestato. E' messinese il militare dell'Arma aggredito a Castellammare di Stabia

Interviene per sedare rissa e viene pestato. E' messinese il militare dell'Arma aggredito a Castellammare di Stabia
AMnotizie.it AMnotizie.it (Interno)

Il militare è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia.

E’ messinese il coraggioso carabiniere libero dal servizio che è intervenuto per sedare una lite in strada a Castellammare di Stabia ed è stato selvaggiamente picchiato da alcune delle persone coinvolte nella stessa rissa.

Su altri giornali

Un carabiniere fuori servizio è intervenuto per sedare una rissa a Castellammare di Stabia. NAPOLI – Grave episodio di violenza a Castellammare di Stabia: un carabiniere fuori servizio è stato pestato selvaggiamente da un gruppo di persone dopo essere intervenuto per sedare una lite. (News Mondo)

Il 37enne appuntato, in servizio a Gragnano, è ancora in gravi condizioni all'ospedale San Leonardo con gravi ferite alla testa che gli hanno comportato emorragie e commozione celebrale. Uno dei quattro è minorenne: 27, 22, 19 (2 sono pregiudicati) e 17 anni l'età degli aggressori. (risorgimentonocerino.it)

Ad avere la peggio una giovane diciottenne che ora si trova ricoverata all'Ospedale del Mare con un polmone perforato. Ai medici la situazione appariva subito grave tanto da stabilizzare la giovane e disporre il trasferimento presso l'Ospedale napoletano dove si trova tutt'ora ricoverata. (IlCorrierino.com)

Ma intanto a Castellammare la movida violenta in pieno centro torna a far paura. Un carabiniere è stato ferito alla testa mentre cercava di dividere due persone che stavano litigando in piazza Umberto, a due passi dalla Cassa Armonica. (La Repubblica)

I primi quattro accusati di aver partecipato al raid della vergogna sono già finiti dietro le sbarre: Ferdinando Imparato (27 anni), Giovanni Salvato (22 anni) Pio Lucarelli (19 anni) e Pasquale D.M. Queste bestie hanno quasi ammazzato un militare, messo a soqquadro una città, sparso fango su Castellammare. (Metropolis)

Mentre le indagini proseguono per individuare ulteriori complici nell’aggressione, i Carabinieri hanno documentato, inoltre, il furto del borsello del militare, che, mentre lo stesso, riverso in strada, era in attesa delle cure, è stato sottratto da un 42enne pregiudicato, estraneo alle precedenti colluttazioni: riconosciuto e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso degli effetti personali del militare e conseguentemente arrestato In particolare, grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza e alle ricostruzioni testimoniali, è stata individuata una parte del gruppo di aggressori, che, irritati dall’intervento del militare, lo hanno colpito sino a lasciarlo a terra privo di coscienza. (Il Fatto Vesuviano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr