Ancora guai per Kevin Spacey: l'attore di House of Cards pagherà il pizzo ai produttori

Ancora guai per Kevin Spacey: l'attore di House of Cards pagherà il pizzo ai produttori
Il Dubbio CULTURA E SPETTACOLO

Pare chiaro però che questa sentenza affosserà, a meno di colpi di coda, ogni possibilità per l’attore di tornare in auge

Di questa tendenza a non dimenticare ora ne fa le spese anche il famoso attore Kevin Spacey.

Furono accuse dal grande clamore mediatico che sgretolarono la carriera, allora all’apice, del protagonista della serie politico-drammatica.

La motivazione sta in una violazione del contratto a seguito di accuse di molestie sessuali contro l’attore statunitense. (Il Dubbio)

La notizia riportata su altre testate

Dopo due anni di battaglia legale combattuta dietro le quinte, un arbitrato ha deciso che Kevin Spacey deve pagare 31 milioni di dollari ai produttori di ‘House of cards’ per aver violato le regole di condotta sulle molestie sessuali. (L'HuffPost)

Da segnalare, in aggiunta, che Spacey fosse produttore esecutivo di House of Cards L’attore due volte Premio Oscar, dopo una battaglia legale durata ben tre anni, dovrà sborsare una cifra pari a 31 milioni di dollari a favore dei produttori della serie House of Cards. (Velvet Gossip)

House of Cards: Le conseguenze. Dopo le accuse, i produttori hanno rescisso il contratto di Spacey e il suo personaggio, Frank Underwood, è cancellato dallo spettacolo. Dopo due anni di battaglia legale combattuta dietro le quinte, un arbitrato ha deciso che Kevin Spacey deve pagare 31 milioni di dollari ai produttori di ‘House of cards’ per aver violato le regole di condotta sulle molestie sessuali. (Spettacolo Periodico Daily)

Kevin Spacey dovrà pagare 27 milioni di euro ai produttori di House of Cards

Il licenziamento dell’attore, dovuto alla violazione delle regole di condotta sulle molestie sessuali, ha causato delle ingenti perdite alla serie distribuita da Netflix. Da quanto si evince dai media americani, inoltre, nel contratto con la MRC era prevista una policy proprio contro le molestie sessuali. (Il Fatto Quotidiano)

La società afferma inoltre di aver sospeso Spacey a seguito del rapporto della CNN nel 2017, in cui diversi membri dello staff di House of Cards si sono fatti avanti con accuse di molestie sessuali nei confronti dell’attore. (LaScimmiaPensa.com)

Dopo due anni di battaglia legale combattuta dietro le quinte, un arbitrato ha deciso che l’attore dovrà pagare 31 milioni di dollari ai produttori per aver violato le regole di condotta sulle molestie sessuali. (Blitz quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr