Articolo 21 – Informazione

The Intruder News SPORT

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.

“Non si può sequestrare e oscurare preventivamente un contenuto giornalistico per il reato di diffamazione” – Francesco Cancellato, direttore Fanpage.it.

Il diritto di cronaca, contestuale al diritto all’informazione tutelato dall’articolo 21 della Costituzione, copre l’informazione a mezzo stampa da azioni tese a limitarne la libera circolazione?

In questo senso, tutti i contenuti redazionali diffusi a mezzo digitale sarebbero soggetti alla vigilanza propria della pubblicità a mezzo stampa e valutabili da questa prospettiva

(The Intruder News)

Se ne è parlato anche su altri media

Tra le novità, la spesa per le attestazioni sarà agevolata nella stessa misura dell'intervento (Ratio Quotidiano)

Contributo a fondo perduto perequativo: c’è tempo fino al 28 dicembre. Discoteche chiuse fino al 31 gennaio 2022: ecco tutte le strette in arrivo. Via libera al 5 per mille per le società di mutuo soccorso. (Lavorofisco.it)

Ecco i dettagli:. Multa in arrivo (dal 2023) per chi non accetterà i pagamenti con carta. La nuova norma chiarisce che l’esercente che rifiuterà un pagamento tramite carta dovrà fare i conti con una sanzione. (Tech Princess)

Al via le multe per gli esercenti che non accettano pagamenti in valuta elettronica. Infatti, è stato approvato dalla Commissione Bilancio alla Camera un emendamento al decreto, che converte in legge il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). (Fulldassi.it)

Per i sanitari che non hanno raccolto almeno il 70% di crediti ECM previsti per triennio formativo utile, la polizza sarà nulla Tra le norme contenute d'interesse odontoiatrico le sanzioni per chi non consente pagamenti tramite POS e la validità della polizza assicurativa professionale solo per chi ha raccolto almeno il 70% dei crediti ECM. (Odontoiatria33)

L’articolo 19-ter del Dl n. L’obbligo è scattato dal 30 giugno 2014, senza però essere accompagnato da una previsione sanzionatoria nei confronti dei trasgressori. (CASA&CLIMA.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr