M5S: ieri telefonata Conte-Di Battista, ma candidatura in stand-by (2)

M5S: ieri telefonata Conte-Di Battista, ma candidatura in stand-by (2)
La Sicilia INTERNO

L'ex pupillo di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio non è visto da tutti di buon occhio: "Tirerà elettoralmente, ma ci mettiamo un guaio in casa per 5 anni", il timore che rimbalza.

Pubblicità. Da una parte infatti le richieste di Di Battista vanno vagliate per tirare le somme su un eventuale 'secondo matrimonio', dall'altra poi ci sono anche i dubbi dei vertici e di molti degli uomini più vicini a Giuseppe Conte (La Sicilia)

La notizia riportata su altri media

Di Battista è ancora in viaggio, seguendone le tracce sui social si trova a Vladivostok in queste ore. E' il cavallo di razza, quello in grado di risollevare le sorti di un M5S ammaccato. (Adnkronos)

Di Battista avrebbe chiesto a Conte delle garanzie politiche per tornare in campo. Sul tavolo delle trattative, l'eventuale candidatura dell'ex deputato e membro del direttorio M5S, tra i volti più amati del Movimento della prima ora. (L'HuffPost)

A quanto apprende l'Adnkronos, ci sarebbe stata nel pomeriggio di ieri una telefonata -la prima dopo settimane di silenzio- tra il leader del M5S Giuseppe Conte e Alessandro Di Battista. Sul tavolo, l'eventuale candidatura dell'ex deputato e membro del direttorio M5S, tra i volti più amati del Movimento della prima ora. (Adnkronos)

Conte tenta il disgelo con Di Battista, la telefonata per candidarlo

Lo ha detto il leader del M5S Giuseppe Conte, ospite di L'Aria che tira, su La7. Con Alessandro Di Battista "ci siamo sentiti, ora ci risentiremo ancora, c'è una conversazione franca e sincera e scioglieremo la riserva" su una sua possibile candidatura nelle file del M5S: "se lui vorrà rientrare. (La Sicilia)

APPROFONDIMENTI IL PERSONAGGIO Fratoianni, chi è ITALIA Foto IL RETROSCENA Foto IL RETROSCENA Di Maio, Pd tenta il ministro col listone: il «diritto di. E che, in vista delle urne, lascerà a casa alcuni big del Movimento come Roberto Fico e Paola Taverna. (ilmessaggero.it)

Tornano a crescere le tensioni interne al Movimento, con l’ex sindaca di Roma fortemente contraria alla possibilità di candidate in un seggio chi non è residente. “Dibba” è rientrato in Italia dopo il suo viaggio in Russia lunedì 1° agosto, ma già in precedenza si era detto «disponibile» a sedersi al tavolo con Conte dopo l’addio di Luigi Di Maio al MoVimento. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr