Inter, la dieta di Zhang non risparmia nessuno: rivoluzione a centrocampo, anche Eriksen può partire

Inter, la dieta di Zhang non risparmia nessuno: rivoluzione a centrocampo, anche Eriksen può partire
Più informazioni:
Calciomercato.com SPORT

Nell'intervista concessa a La Gazzetta dello Sport, il presidente- che si appresta a fare ritorno in Cina -affidando a Marotta e Ausilio il compito diNei piani del club nerazzurro c'è la cessione di almeno un big, se non due - ad oggi tutti gli indizi portano ad Hakimi e Lautaro Martinez - ma la strategia di ridimensionamento passa anche da altre questioni "secondarie".- Tutti i reparti saranno coinvolti da questo modus operandi, dalla difesa che perderà(in scadenza, non gli verrà sottoposto il rinnovo) e che ragiona su Ranocchia all'attacco, dove si spera di poter e dover sacrificare più una caccia di un maggior minutaggio rispetto ad un, il cui vero minus è rappresentato da un ingaggio da 7,5 milioni di euro che pesa enormemente sulle casse societarie. (Calciomercato.com)

Ne parlano anche altri giornali

Nei piani del club nerazzurro c'è la cessione di almeno un big, se non due - ad oggi tutti gli indizi portano ad Hakimi e Lautaro Martinez - ma la strategia di ridimensionamento passa anche da altre questioni "secondarie". (Yahoo Eurosport IT)

INZAGHI – «Si capisce subito che Simone è un allenatore allineato con il club e, allo stesso tempo, esperto e in grado di competere sia in Italia che in Europa. Steven Zhang ha parlato ai microfoni di Sky Sport facendo chiarezza sul futuro dell’Inter: le sue parole. (Calcio News 24)

Il commento di Eriksen: «Probabilmente c’è una grande differenza nel modo in cui io sia adesso rispetto a sei mesi fa Dà solo una spinta in più che le aspettative siano alte e che gli occhi siano puntati su di me. (Inter-News)

Calciomercato Inter, cessione big entro 10 giorni: il piano di Zhang

Inter, Zhang: "Inzaghi esperto e allineato con il club, può fare bene anche in futuro". vedi letture. Il presidente dell’Inter Steven Zhang torna a parlare nel corso di un’intervista esclusiva concessa ai microfoni di Sky Sport. (TUTTO mercato WEB)

STRUTTURA SOLIDA – «Quello che più mi piace evidenziare è come negli anni sia stata rafforzata la struttura aziendale. Sei sette club sognano di vincere lo scudetto ogni anno, poi la realtà è diversa (Milan News 24)

Inoltre, non saranno rinnovati i contratti di Kolarov e Perisic, rispettivamente in scadenza questo giugno, e nel 2022. La parte due invece sarà appunto quella della cessione degli esuberi dagli stipendi altissimi. (DirettaGoal)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr