Calabria: resta alto l'indice dei tamponi. Terapie intensive sempre più in allarme - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO | EcodelloJonio.it

Ecodellojonio INTERNO

Terapie intensive sempre più in allarme - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO. Ieri: Vaccini: Castrovillari non si ferma e la Pasqua si festeggia in corsia. 6 ore fa: Rimanere chiusi ha un senso solo se si inizia a vaccinare seriamente.

Un riconoscimento che premia la Calabria. Ieri: Corigliano-Rossano, una città con tante strade ma dove spostarsi è un'impresa. 23 ore fa: Ospedale Annunziata, il covid non ferma le urgenze UTIC. (Ecodellojonio)

Su altre fonti

Il piano vaccini della Calabria e le liste di riserva. L'ordinanza di Figliuolo è stata recepita anche dalla Calabria. I "panchinari" del vaccino, però, sono divenuti famosi in seguito al caso Scanzi, il noto giornalista che, proprio grazie alla lista delle riserve, è riuscito a vaccinarsi con Astrazeneca. (CityNow)

n Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 641.915 soggetti per un totale di 683.364 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). – Vibo Valentia: CASI ATTIVI 449 (16 ricoverati, 433 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 3.950 (3.879 guariti, 71 deceduti). (Corriere della Calabria)

– Altra Regione o Stato estero: CASI ATTIVI 60 (60 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 309 (309 guariti). – Reggio Calabria: CASI ATTIVI 1.499 (91 in reparto all’AO di Reggio Calabria; 14 in reparto al P. (wesud)

Paziente fuori pericolo. 6 ore fa: IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole. 55 minuti fa: Pasqua amara sul fronte Covid: in Calabria più di 500 nuovi positivi - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO. (Ecodellojonio)

Il bollettino della Regione. Ci sono tre morti nel giorno di Pasqua nella città dello Stretto per coronavirus, mentre salgono a più 153 i contagi. Altra Regione o stato estero: CASI ATTIVI 60 (60 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 309 (309 guariti) (Il Reggino)

Sul sito della presidenza del Consiglio è stato pubblicato il report settimanale che dà conto, come aveva promesso il premier Mario Draghi, dell’andamento delle vaccinazioni. Ecco la situazione: il 56.76% degli ultraottantenni è protetto con almeno una dose di vaccino, mentre il 30. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr