L'ergastolo a Ratko Mladic in appello

L'ergastolo a Ratko Mladic in appello
TIMgate ESTERI

Nel luglio del 1995 Mladic aveva ordinato il massacro di tutti i maschi adulti e ragazzi della cittadina, in cui si erano rifugiati molti bosniaci musulmani, per sfuggire alle persecuzioni.

Durante il conflitto dei Balcani, negli anni ‘90, lui e il suo superiore Radovan Karadzic, leader dei serbo-bosniaci, si sono macchiati di molti crimini di guerra.

Lo stesso Karadzic due anni fa è stato condannato all’ergastolo in appello, accusato di genocidio, deportanzioni e crimini contro l’umanità. (TIMgate)

Su altre fonti

Il Meccanismo residuo internazionale per i tribunali penali, così si chiama l’organo giudiziario che ha preso in carico i processi ancora pendenti dopo la chiusura del Tribunale penale internazionale per l’ex Jugoslavia, terminerà così le udienze iniziate ad aprile e più volte rinviate dallo scorso anno a causa della pandemia da Covid-19 e delle condizioni di salute di Mladic. (Corriere della Sera)

La sentenza nel processo d’appello chiude quasi tutti i procedimenti delle Nazioni Unite per i crimini commessi in una guerra che ha ucciso più di 100.000 persone e ha lasciato milioni di sfollati. Su 11 capi d’accusa l'ex generale è stato riconosciuto colpevole di 10, infatti è stato assolto da una seconda accusa di genocidio legata ad un'operazione per cacciare i non serbi da diverse città all’inizio della guerra. (Antimafia Duemila)

La sentenza è definitiva, senza ulteriori possibilità di ricorsi. Confermata la sentenza a Mladic. La Corte speciale dell’Aja per l’ex Yugoslavia ha confermato in appello la condanna all’ergastolo per Ratko Mladic, il boia di Srebrenica. (Unimondo.org)

Giustizia per il massacro di Srebrenica: ergastolo definitivo per Ratko Mladic

Nata dall’acquisizione del business delle valvole cardiache di LivaNova PLC (LivaNova) da parte di Gyrus Capital (Gyrus), fondo di investimento che opera nei […] (ItalyNews.it)

All’udienza d’appello all’Aja lo scorso agosto, i pubblici ministeri avevano sollecitato la sua condanna per un’ulteriore accusa di genocidio riguardante cinque comuni della Bosnia-Erzegovina nel 1992. (La Gazzetta di Reggio)

Oltre a Mladic, nel 2019 è stato condannato al carcere a vita, in appello, anche Radovan Karadzic, presidente della Repubblica serba di Bosnia ed Eregovina dal 1992 al 1996. (Famiglia Cristiana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr