Tra estro e praticità (da trovare), riecco Sottil: colpi, dribbling (anche eccessivi) e fantasia al servizio di Italiano

Tra estro e praticità (da trovare), riecco Sottil: colpi, dribbling (anche eccessivi) e fantasia al servizio di Italiano
Fiorentina.it SPORT

Molto passerà dalla testa, con un altro rinnovo di contratto in arrivo e un cambio di passo ancora da fare

Non piacque a Montella quella reazione in Coppa Italia contro il Cittadella, quando Sottil venne tolto per esigenze di squadra e risultato, visto il rosso rimediato poco prima da Venuti, con un vaffa in diretta che ne evidenziò limiti caratteriali.

Una qualità che, nella Fiorentina dello scorso anno, è mancata come il pane nonostante la presenza (al netto delle tante assenze) di Ribery (Fiorentina.it)

Ne parlano anche altri media

C’è ancora grande rammarico, ma sicuramente tra i miei obiettivi c’è anche il vestire la maglia della Nazionale maggiore “C’è una bella aria dentro lo spogliatoio, ci sono tanti giovani, e c’è tanto entusiasmo e voglia di far bene. (Fiorentina.it)

A Firenze c’è sempre stato un bel gruppo sereno, quest’anno si respira una bella aria, una grande intesa, tutti dei bravissimi ragazzi. Oggi al termine della seduta mattutina della Fiorentina a Moena, in conferenza stampa si è presentato Riccardo Sottil:. (Labaro Viola)

Siamo entusiasti di poter lavorare con Italiano, che ha portato richieste diverse rispetto a chi c’era prima. “C’è una bella aria dentro lo spogliatoio, ci sono tanti giovani, e c’è tanto entusiasmo e voglia di far bene. (Fiorentina.it)

Sottil/2: “Il più matto è Drago. Devo migliorare un aspetto su tutti”

Quella serata non posso scordarmela perché era la mia prima partita da titolare e la prima partita di Commisso I talenti ce li abbiamo anche in casa e l’Europeo è stata la dimostrazione netta di questo fatto”. (fiorentinanews.com)

È un campione ma anche una grande persona”. L’esterno viola Riccardo Sottil, in conferenza stampa a Moena, ha parlato anche del suo rapporto con l’ex compagno Franck Ribery:. “Mi è sempre piaciuto, anche se l’aveva Franck, ma mi piace tanto (Fiorentina.it)

Su dove migliorare: "Tante cose, se devo scegliere una cosa dico l'attacco alla porta, il gol". Sull'importanza del padre nella crescita: "E' stato importante perché mi ha messo sulla via giusta senza pressioni. (Viola News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr