Google ha usato l'Intelligenza Artificiale per disegnare i suoi chip: ci ha messo solo sei ore

Google ha usato l'Intelligenza Artificiale per disegnare i suoi chip: ci ha messo solo sei ore
DDay.it - Digital Day ECONOMIA

Dapprima gli ingegneri partono dai blocchi "macro", che includono i componenti principali, e poi posizionano le celle standard, come le porte logiche.

L'Intelligenza Artificiale allenata da Google per disegnare i chip ha impiegato sei ore per completare l'attività.

Il metodo è già stato usato per configurare un TPU di Google, le unità di elaborazione dedicate alle applicazioni dell'apprendimento automatico

Agli ingegneri normalmente servono "mesi di intenso lavoro", ha fatto notare la società, nonostante l'uso di software specializzati. (DDay.it - Digital Day)

Ne parlano anche altre fonti

Ecco tutti i dettagli. Un software basato sull’intelligenza artificiale ”sente” la depressione nella voce delle persone consentendo di fare diagnosi e avvertire per tempo quando i disturbi depressivi hanno raggiunto livelli eccessivi pericolosi. (Quotidiano di Sicilia)

Occorre capire chi lo forma, perché, secondo quali criteri: occorre cioè formarci ad apprendere la lettura del contenuto e del modo d’operare dell’algoritmo. Il libro bianco Giustizia 2030, dal canto suo, nel prospettare tutte le possibilità della giustizia digitale, riserva ampia attenzione al tema di intelligenza artificiale e uso di algoritmi nell’identificare mezzi e obiettivi della giustizia predittiva. (Il Riformista)

Infine, occorre riflettere anche e soprattutto sul ruolo dei docenti e su quali strumenti fornire loro per renderli attori consapevoli di questi processi di innovazione. Le istruzioni, le scadenze e l’elenco completo dei temi proposti sono disponibili al seguente link (Bitmat)

Il test di Turing va in pensione? Le nuove sfide per un'IA più utile e pratica

"Il Brasile e l'Italia hanno tantissime opportunità da poter sfruttare per l'implementazione dell'IA nelle proprie aree produttive Dall'altra parte, l'Italia. (Yahoo Finanza)

È l’innovazione presentata al 180imo Meeting of the. Acoustical Society of America, da Carol Espy-Wilson, della. University of Maryland. L’algoritmo sente la depressione nella lentezza della voce. (Corriere Quotidiano)

Alla fine di ciascuna conversazione, è chiesto (agli umani) di assegnare un voto da 1 a 5, relativo alla “piacevolezza” della conversazione. Note. Digital event 22 giugno Forum PA > Casi ed esperienze sull'acquisizione e riuso del software Software (Agenda Digitale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr