Era della Basilicata l'uomo ucciso brutalmente in un container a Misano. Arrestato il vicino

vulturenews.net SALUTE

Dopo essere stato interrogato dai militari ha ammesso tutto ed è stato arrestato.a. a. VULTURENEWS.NET®. (Autorizzazione Tribunale n. 466)

Nicola Donadio, originario della provincia di Potenza era un dipendente Hera separato con quattro figli.

L’omicidio è avvenuto in un’area messa disposizione dal Comune per la sosta di roulotte e l’installazione di container dove vivono soggetti in difficoltà.

Un uomo di 50 anni, Nicola Donadio, originario della provincia di Potenza, è stato ucciso nella roulotte in cui viveva a Misano Adriatico. (vulturenews.net)

Su altri giornali

Lo ha colpito alla testa, almeno tre volte, con un bilanciere di ferro per i pesi. (Libertas San Marino)

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno denunciato un cittadino straniero di 37 anni per il reato di tentato furto aggravato. A seguito degli atti di rito i militari dell’Arma riconsegnavano la refurtiva all’avente diritto. (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

Tutto ciò non è avvenuto e probabilmente qualche responsabilità morale sull’accaduto l’amministrazione di Misano ce l’ha – attacca l’avvocato Erbetta -. Dopo varie minacce, brandendo anche una falce, poi poggiata a terra, Zegarac lo aveva aggredito facendolo cadere due volte. (News Rimini)

Misano Adriatico, Nicola Donadio muore durante una lite. Misano Adriatico, Nicola Donadio è morto nelle prime ore di oggi, 13 gennaio 2022, ucciso da diversi colpi di spranga per un effimero litigio. (Notizie.it )

28/11/2021 - Poste Italiane: estesi orari apertura di tre uffici postali lucani Poste Italiane comunica che a partire lunedì 29 novembre, gli Uffici Postali di Matera 5, Melfi e Moliterno saranno interessati da un potenziamento degli orari di apertura al pubblico. (La Siritide)

"Il 26 luglio scorso – spiega il legale – Donadio venne da me in studio per comunicarmi che il 24 giugno era stato aggredito dal suo vicino e aveva sporto querela. Da quel giorno, secondo Donadio, Žegarac non avrebbe più smesso di "mettere in atto quei comportamenti, facendomi vivere nel timore" (il Resto del Carlino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr