Ex carabiniere ucciso a fucilate mentre usciva col figlio di 10 anni

Ex carabiniere ucciso a fucilate mentre usciva col figlio di 10 anni
Tarantini Time SPORT

Aveva finito di cenare nella casa di campagna di sua sorella e stava raggiungendo l'auto parcheggiata all'esterno, in compagnia di suo figlio di dieci anni, quando è stato raggiunto da una raffica di colpi di fucile, quattro dei quali lo hanno colpito, uccidendolo. E' questa una prima ricostruzione dell'omicidio dell'ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola, […]

(Tarantini Time)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’ex carabiniere si è accasciato al suolo, colpito a morte da almeno 4 colpi sparati – si pensa – da un fucile caricato a pallettoni. Un uomo, con il volto coperto, che si era nascosto nel buio aspettando il momento giusto per agire. (Leccenews24)

Le informazioni restano riservate, ma sembra che un'intera famiglia di San Donaci, nel Brindisino, sia stata chiamata in caserma per essere interrogata. Secondo le forze dell'ordine, l'assassino sarebbe fuggito prima a piedi e poi a bordo di un'auto guidata da qualcun altro (Fanpage.it)

Dal luogo dell’omicidio sarebbe stato visto scappare un uomo che indossava un cappuccio e che viene ora ricercato L’ex maresciallo dei carabinieri Silvano Nestola, 46 anni, è stato ucciso a colpi di pistola in strada a Copertino, in provincia di Lecce. (Il Fatto Quotidiano)

Agguato nel Salento, ucciso ex maresciallo dei carabinieri

Secondo i primi rilievi, sarebbero esplosi almeno sette colpi di arma da fuoco che hanno colpito in pieno l’uomo. I carabinieri della locale stazione e i colleghi del reparto operativo di Lecce, unitamente ai militari del Ros, indagano su quanto accaduto (Il Caudino)

Al momento non risulterebbe alcun fermo nei loro confronti. Nella mattinata, nell'ambito delle indagini e con la collaborazione dei carabinieri della stazione di San Donaci, è stata condotta in caserma una famiglia della cittadina della provincia di Brindisi per essere ascoltata. (LecceSette)

Indagano i carabinieri del Comando provinciale Gli inquirenti mantengono uno strettissimo riserbo. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr