Peste suina, Coldiretti Padova: «Allerta sui Colli Euganei invasi dai cinghiali»

Peste suina, Coldiretti Padova: «Allerta sui Colli Euganei invasi dai cinghiali»
PadovaOggi INTERNO

I più esposti, ricorda Coldiretti Padova, sono gli allevamenti suini presenti nella nostra provincia.

Un motivo in più per proseguire sull’azione di contenimento dei cinghiali in tutta la provincia, nell’area Parco Colli Euganei come nelle altre zone, a partire dalla Bassa Padovana fra Ospedaletto, Este e Granze

Peste suina. In primo luogo ovviamente i cinghiali, che sui nostri Colli Euganei costituiscono una seria minaccia proprio per la loro massiccia diffusione. (PadovaOggi)

La notizia riportata su altre testate

Lo sottolinea il presidente di Coldiretti Como Lecco Fortunato Trezzi nel rimarcare positivamente l’annuncio dell’assessore regionale Fabio Rolfi sull’istituzione di un’unità di crisi promossa da Regione Lombardia coordinata dalla U. (Prima Lecco)

Dobbiamo evitare ulteriori, gravi problemi ai nostri allevatori e per farlo dobbiamo muoverci in tempi brevi, perché la suinicoltura è un perno economico regionale con un’importante filiera autoctona di carne di qualità e un significativo indotto lavorativo sul territorio. (ArezzoNotizie)

Di fronte alla moltiplicazione ormai fuori controllo dei cinghiali, la prevenzione è fondamentale per evitare gravi emergenze sanitarie come quella che siamo ora costretti ad affrontare dopo il rinvenimento di alcune carcasse di cinghiale tra Piemonte e Liguria vettori di Peste Suina Africana. (BergamoNews.it)

Peste suina, scatta l'allarme in Umbria: fattore di rischio altissimo per via dei troppi cinghiali. Coldiretti e Fora: "Allungare stagione di caccia"

In Liguria nel 2021 sono stati eseguiti test su circa 250 esemplari e nessuno di questi risultava affetto da questa patologia. E’ attesa in questi giorni l’ordinanza del ministero della Salute con ulteriori prescrizioni e indicazioni (IVG.it)

Un problema già vissuto un anno fa che quest’anno si associa alla pesante e dolorosa grana dei costi di produzione. CEREALICOLTORI KO: RADDOPPIANO COSTI DELLE SEMINE E CAMPI ALLAGATI. (Sardegna Reporter)

Da qui la richiesta dell'esponente dell'opposizione di aumentare le giornate di caccia al cinghiale rispetto all'attuale vincolo previsto dal calendario venatorio. L'allarme è stato lanciato con grande preoccupazione - va precisato che la peste suina dai cinghiali si trasferisce velocemente anche sui maiali ma non all'uomo - anche dal sindacato dei veterinai pubblici dell'Umbria. (PerugiaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr