La Cgil della Marca risponde ai fatti avvenuti ieri a Roma: "Atti eversivi che danneggiano l'unità del lavoro e dei lavoratori"

Qdpnews INTERNO

“Tutta la nostra solidarietà e vicinanza – dichiarano i segretari Cisl attraverso i canali social – agli amici della Cgil di Treviso e Belluno, che oggi hanno aperto le sedi per dire ‘no’ al fascismo e alla violenza che li ha colpiti sabato a Roma”.

Avvenimenti che il segretario della Camera del Lavoro di Treviso Mauro Visentin ha condannato e definito come “atti eversivi di matrice neo fascista, pericolosi e che danneggiano l’unità del lavoro e dei lavoratori”. (Qdpnews)

Se ne è parlato anche su altri media

Previsti, quindi, percorsi di formazione per operatori e mediatori, con l’aggiornamento delle competenze in materia, e laboratori di occupabilità per i migranti, incrementando le conoscenze in ambito agricolo e consolidando le buone prassi di agricoltura sociale. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

I quadri di Renato Guttuso, un po’ più avanti e più in alto, sono invece stati risparmiati dalla devastazione Al grido di "Landini dimettiti". Gli ingressi del palazzo del sindacato erano difesi e controllati da un cordone di poliziotti in tenuta antisommossa. (il Giornale)

Così il leader della Lega Matteo Salvini nel corso di una diretta online su Faceboook #Iofirmoonline per i referendum sulla giustizia (LaPresse) – “Leggo di qualcuno che vuole sciogliere i partiti con un decreto legge. (LaPresse)

Presidio, questa mattina, davanti alla sede della Cgil di Ancona, dopo i gravi episodi accaduti ieri a Roma. L’attacco alla sede CGIL è una cosa vergognosa da condannare senza se e senza ma (AnconaToday)

E proprio Giani ieri, nel ri badire la ferma condanna ai fatti romani ("Oggi tutto il popolo toscano è vicino alla Cgil. Le organizzazioni fasciste vanno messe fuori legge" (La Nazione)

Partito Democratico Legnano. Rifondazione Comunista – L’assalto alla CGIL non è una normale contestazione, è un atto deliberato di squadrismo che richiama pericolosamente gli eventi di un secolo fa. Solidarietà, quindi, alla CGIL ma anche a tutte quelle persone ed associazioni che hanno subito qualsiasi forma di violenza (LegnanoNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr