Il Fmi aumenta le stime di crescita italiana di quasi un punto

Il Fmi aumenta le stime di crescita italiana di quasi un punto
Wall Street Italia INTERNO

Rispetto alle previsioni del Fondo fornite lo scorso luglio, il Pil italiano passa dal +4,9% al 5,8%, mentre per l’Eurozona le stime per la crescita nel 2021 sono salite dal 4,6 al 5%.

Secondo le previsioni di medio termine del nuovo World economic outlook del Fmi saranno solo le economie avanzate ad aver recuperato il trend di crescita pre-Covid nel 2024, superandolo dello 0,9%.

“Rispetto alla nostra previsione di luglio, la proiezione di crescita globale per il 2021 è stata rivista marginalmente al 5,9% [un decimale in meno, Ndr. (Wall Street Italia)

Ne parlano anche altre fonti

Le stime potrebbero però peggiorare se il surriscaldamento fosse persistente e non venissero risolti i problemi alle catene di approvvigionamento. Spesso poco tenero con l'Italia in passato, il Fondo monetario internazionale vede ora invece nel nostro Paese i segnali di una robusta ripresa post-Covid. (ilGiornale.it)

Per l'Italia nel 2022 il Fondo conferma la stima di crescita dal 4,2% che dovrebbe riportare il nostro Pil al di sopra dei livelli pre-crisi, dopo il -8,9% registrato nel 2020. Nel complesso l'eurozona è stimata in crescita quest'anno del 5,0 (+0,4 punti su luglio, grazie al balzo di Italia e Francia) e nel 2022 del 4,3% (invariata). (Adnkronos)

In aumento il tasso di disoccupazione: in crescita del 9,35% nel 2020, al 10,3% nel 2021 e all'11,6% nel 2022. Tra le principali economie, le prospettive di crescita per gli Stati Uniti sono state ridotte di 0,1 punti percentuali al 6% quest'anno. (Milano Finanza)

FMI, debito mondiale esploso a 226mila miliardi di dollari con pandemia

Resta invece invariata la crescita per il 2022, 4,2%. superare la crisi pandemica. Pil in aumento, debito pubblico in calo, resta il nodo disoccupazione. Il Fmi, Fondo monetario internazionale, rivede al rialzo le stime di incremento del Pil italiano: ora nel 2021 è indicato al 5,8%, vale a dire dello 0,9% in più rispetto a quanto previsto a luglio. (TIMgate)

La media dell'Eurozona è del +5% e secondo il Fondo solo la Francia, tra le maggiori economie, farà meglio. Rispetto alle stime di luglio, la previsione sul Pil mondiale del 2021 scende al 5,9% e quella per il prossimo anno rimane ferma al 4,9%. (la Repubblica)

Più in dettaglio, il debito pubblico ha raggiunto un livello di 88mila miliardi di dollari, avvicinandosi al 100% del PIL mondiale, ma dovrebbe tornare a scendere nel 2021 e 2022, grazie alla crescita più forte, attestandosi al 97% del PIL. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr