Patrick Zaki, il processo al via: la sentenza sarà inappellabile

Patrick Zaki, il processo al via: la sentenza sarà inappellabile
Vanity Fair Italia INTERNO

«Come si temeva, dopo un anno e sette mesi di detenzione preventiva, Patrick Zaki va a processo», ha scritto su twitter il portavoce di Amnesty Italia Riccardo Noury.

LEGGI ANCHE. Patrick Zaki ha 30 anni: il secondo compleanno in carcere

È una sentenza a cui non potrà fare appello quella che attende Patrick Zaki.

LEGGI ANCHE. Patrick Zaki, un anno e mezzo in carcere, gli amici: «Torture e sofferenza». (Vanity Fair Italia)

Ne parlano anche altre fonti

Così il rettore dell'Università di Bologna Francesco Ubertini commenta il rinvio a giudizio di Patrick Zaki a margine di un evento a Bologna Il legale ne chiede il rilascio. Il processo a Patrick Zaki è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell'università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data. (La Provincia Pavese)

Roma, 14 set. (Adnkronos) – “Il Governo italiano agisca con determinazione e faccia tutto il possibile per il rilascio immediato di Patrick Zaki. C’è un pronunciamento del Parlamento per conferire a Zaki la cittadinanza italiana, il Governo dia seguito a questa indicazione. (SardiniaPost)

Non avendo trovato alcuna prova della «propaganda sovversiva» di cui era stato accusato adducendo alcuni post pubblicati su un account Facebook che la difesa ha dimostrato falso, il ricercatore egiziano, che dal settembre 2019 viveva a Bologna e lavorava per l’Università Alma Mater con una prestigiosa borsa (Il Manifesto)

Patrick Zaki in tribunale in manette: «Io detenuto da troppo tempo, è illegale». Resterà in carcere fino al 28 settembre

– MANSURA, 14 SET – Il processo a Patrick Zaki è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell’università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data. (Corriere di Como)

Pure nell’oblio della lontananza e del carcere, pure dalla fossa dei cinquecento giorni di detenzione, ogni tanto ci arrivano alcuni particolari della vita di Patrick Zaki che ci umiliano più di altri, ci spaccano di più la coscienza, come se la realtà lo illuminasse per un momento e ci permettesse (La Stampa)

Il processo è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano resterà dunque in carcere fino a quella data. Ammanettato nella gabbia degli imputati, con barba, occhiali e codino, vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr